260 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

“Finisci peggio di Giulia Cecchettin”: 22enne sequestra la fidanzata che lo voleva lasciare

Una ragazza di 18 anni ha denunciato alle autorità i maltrattamenti perpetrati dal fidanzato 22enne. Secondo quanto da lei raccontato, la notte di capodanno il giovane l’avrebbe sequestrata per impedirle di lasciarlo. “Finisci peggio di Giulia Cecchettin”
A cura di Gabriella Mazzeo
260 CONDIVISIONI
Immagine

Un giovane di 22 anni è stato sottoposto a divieto di avvicinamento e braccialetto elettronico per maltrattamenti e sequestro di persona nei confronti della fidanzata, appena 18enne. La ragazza, infatti, ha raccontato alle forze dell'ordine di aver cercato di interrompere la relazione nella notte di Capodanno dopo l'ennesimo litigio. Lui però non aveva accettato la sua decisione, costringendola a restare fino al mattino dopo. "Finisci peggio di Giulia Cecchettin" le aveva detto prima di impedirle di uscire di casa per tornare nella dimora dei genitori.

Il tutto è avvenuto a San Giovanni in Persiceto, nei pressi di Bologna: il 22enne aveva conosciuto la fidanzata quando lei era ancora minorenne e già all'inizio della relazione si era mostrato possessivo e violento. Secondo quanto raccontato dalla vittima, il giovane pretendeva che la ragazza passasse tutto il tempo con lui, impedendole perfino di postare fotografie che la ritraevano da sola sui social network. La ragazza aveva smesso di frequentare gli amici, la palestra e perfino la famiglia. 

I comportamenti violenti del 22enne avevano intaccato anche l'indipendenza economica della 18enne. Prima della maggiore età, infatti, la ragazza era stata privata della paghetta settimanale fornita dalla famiglia. Lo scopo del 22enne era quello di controllare le sue spese e impedirle di avere una propria autonomia. Con il passare del tempo, il giovane aveva iniziato a perpetrare sulla fidanzata anche violenza fisica oltre a quella verbale.

"Sei ignorante – le diceva il 22enne – e non servi a niente. Non sei utile a nulla". "Se hai veramente paura di me, ti dimostro io cos'è un violento" continuava. La sera di capodanno, poi, dopo l'ennesimo litigio avvenuto tra i due lei aveva deciso di lasciarlo e di tornare a casa dei genitori. Il giovane però l'aveva costretta a rimanere in casa fino al mattino dopo, minacciandola con la frase: "Finisci peggio di Giulia Cecchettin".

Durante il suo racconto alle autorità, la 18enne ha dichiarato di essere stata più volte vittima di violenze fisiche e percosse: in un'occasione, dopo un piccolo incidente domestico, il 22enne aveva reagito versando un'intera tazza di tè bollente sul piede della fidanzata causandole ustioni rilevanti. In un'altra circostanza, la ragazza ha raccontato di essere stata scaraventata a terra e colpita all'altezza della tempia sinistra con una testata per impedirle di scappare e chiedere aiuto.

Il 22enne è stato ora rintracciato dai Carabinieri e sottoposto alla misura cautelare del giudice che ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla 18enne con l'applicazione del braccialetto elettronico.

260 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views