248 CONDIVISIONI
12 Agosto 2022
14:47

Federico Negri arrestato in India, la madre a Fanpage.it: “Lavora per la pace, non è un terrorista”

Federico Negri è stato arrestato in India nel mese di luglio dopo aver percorso un ponte che collega il Paese al Nepal. Il 28enne stava tornando in Italia dopo un viaggio di 2 anni. La madre a Fanpage.it: “Mio figlio non è un terrorista, ha sempre lavorato per la pace”
A cura di Gabriella Mazzeo
248 CONDIVISIONI

Federico Negri ha sempre amato viaggiare. Lo ha fatto per anni, sempre lavorando come volontario nei Paesi nei quali si recava. Il suo ultimo viaggio è iniziato poco prima della pandemia, quando dalla Cina è poi arrivato in Nepal.

Qui ha trascorso due anni e mezzo prima di decidere di tornare in Italia.

"L'ultima volta che l'ho sentito – spiega la madre a Fanpage.it – mi aveva chiamato per dirmi che sarebbe partito per l'Italia. Mi ha detto che non vedeva l'ora di riabbracciarci tutti ed io ero felice. Pochi minuti dopo è stato arrestato".

Il 28enne di Pozzolo Formigaro (Alessandria) è detenuto in un carcere dello Stato indiano Uttar Pradesh da luglio.

Secondo quanto spiegato dall'avvocato Claudio Falletti ai nostri microfoni, il Paese lo accusa di presenza non autorizzata sul territorio: il giovane italiano ha infatti percorso un ponte che collega il Nepal all'India, ma non ha pagato la tassa di 40 euro imposta dall'Uttar Pradesh per l'ingresso nel Paese.

Con lui vi sarebbero altri 5 turisti europei. Secondo quanto dichiarato dal legale, Federico ha già preso parte a due udienze. La speranza che il giudice decidesse di rilasciarlo su cauzione, però, è sfumata in poco tempo.

"Mio figlio è incensurato, non è di certo un terrorista – ha raccontato ancora Silvana Orsini -. Ha sbagliato perché le leggi vanno rispettate, ma non è giusto che rischi dai 2 agli 8 anni di carcere per una cosa del genere. Bisognerebbe valutare caso per caso".

Ha notizie di suo figlio? Lo ha sentito telefonicamente?

Purtroppo no. L'ultima volta che mi ha chiamato è stato per comunicarmi che stava tornando in Italia. Era contento quando me l'ha detto, poi però è stato arrestato. Da allora non abbiamo più potuto sentirlo.

Nessuno ha potuto dirle come sta?

Sappiamo che sta bene grazie ai racconti dell'avvocato indiano che sta seguendo il caso insieme al nostro legale, ma non abbiamo potuto avere contatti diretti con lui. Speravamo che ci fosse accordata la possibilità di una telefonata alla presenza dell'avvocato, ma così non è stato. Speriamo però di poterlo sentire quanto prima.

Chi le ha comunicato la notizia dell'arresto?

Sono stati i Carabinieri. Gli agenti hanno bussato alla mia porta con molto tatto per dirmi che Federico stava bene, ma che si trovava in carcere. Mi hanno fornito il numero del Consolato e quello della Farnesina. Sono stati loro a dirmi di appoggiarmi a un avvocato esperto nell'ambito internazionale e di affiancare a questa figura anche quella di un legale indiano.

Federico è un viaggiatore esperto, cosa può essere successo il giorno del fermo?

Non lo sappiamo, ma non è il solo ad essere in carcere. Con lui ci sono altri 5 europei, nessuno di loro è italiano. Speravamo nel rilascio su cauzione perché non è un terrorista ed è incensurato. La detenzione da 2 a 8 anni è una pena troppo severa per una cosa del genere. Mio figlio ha sempre lavorato per la pace facendo il volontario e un giudice può facilmente capire che non si tratta di presenza non autorizzata sul territorio indiano.

Ha intenzione di andare in India?

Ci è stato sconsigliato, ma capiremo cosa fare. Prima vorremmo sapere quando si terrà la prossima udienza nella speranza di vederlo. Per adesso abbiamo chiesto all'avvocato del luogo di portargli cibo e mandargli un messaggio da parte nostra

Posso chiederle quale?

Che ha il sostegno della famiglia e che non lo lasceremo solo. Gli abbiamo fatto sapere che abbiamo assunto due avvocati e che stiamo facendo di tutto pur di farlo tornare a casa.

248 CONDIVISIONI
Legata al letto dai parenti con una cinghia, lei fugge di casa: arrestati madre, patrigno e nonno
Legata al letto dai parenti con una cinghia, lei fugge di casa: arrestati madre, patrigno e nonno
Elezioni politiche 2022, Camusso (Pd):
Elezioni politiche 2022, Camusso (Pd): "Serve la carta dei diritti per qualsiasi contratto di lavoro"
25.293 di AntonioMusella
“Mi dicono ‘sei laureata in lettere, che pretendi?’: la politica se ne frega di giovani e cultura”
“Mi dicono ‘sei laureata in lettere, che pretendi?’: la politica se ne frega di giovani e cultura”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni