Quattro turisti innamorati della Sicilia che durante una vacanza a Favignana decidono di visitare con una barca tutta l’isola e poter così fare il bagno nelle sue splendide cale. Una barca che però, nel bel mezzo della crociera, è ripartita senza accertarsi della presenza di tutti i passeggeri a bordo e lasciando i quattro ancora in mare. Inutile il tentativo di sbracciarsi dall’acqua per farsi notare: la barca ormai era andata via e i quattro malcapitati sono rimasti soli in mare aperto. Il racconto di queste due coppie di amici, Pietro e Valentina e Andrea e Flora, è apparso su Leggo. Tutto sarebbe accaduto il 4 agosto scorso, quando i quattro amici hanno deciso di fare una mini crociera per circumnavigare tutta Favignana. Dopo aver fatto un po' di ricerche online i turisti hanno comprato il biglietto e alle 10.30 sono salpati dal porto di Favignana.

I quattro turisti costretti a raggiungere a nuoto la spiaggia più vicina – La prima sosta a Cala Rossa, la seconda a Cala Azzurra, dove tutti si sono tuffati per fare un bagno in quel mare splendido della Sicilia. Ma è a quel punto, mentre loro nuotavano, che l’imbarcazione si è allontanata senza aspettarli. I quattro hanno urlato, si sono sbracciati, ma tutto è stato inutile e così sono stati costretti a raggiungere la spiaggia più  vicina a nuoto. Fortunatamente, nonostante la paura, ce l’hanno fatta e con l'aiuto del titolare di un chiosco sono riusciti a contattare la società che organizza le crociere. Così, dopo un po' di tempo, è arrivata un'altra imbarcazione a recuperarli. Secondo quanto scrive il quotidiano, arrivati a destinazione hanno anche saputo che altri passeggeri a bordo avevano avvisato il marinaio che mancavano quattro persone, ma questo evidentemente non ha modificato la sua decisione di ripartire.