La catena di supermercati Esselunga ha annunciato l’immediato ritiro dagli scaffali dei suoi negozi di una serie di lotti di barrette proteiche per un possibile rischio microbiologico per i consumatori. Come recita l’avviso inviato dal produttore al Ministero della salute il 24 agosto ma ancora non pubblicato sui canali web del dicastero, il richiamo si è reso necessario a seguito di alcuni controlli che hanno evidenziato il sospetto di presenza di salmonella nel prodotto interessato. Il richiamo riguarda alcune barrette proteiche confezionate e vendute a marchio EAT NATURAL. Nel dettaglio, le barrette richiamate sono quelle al gusto noci del brasile, uvetta sultanina e con arachidi, vendute in confezioni da 50 grammi ciascuna e in multipack da 4 barrette da 35 grammi ciascuna.

Il prodotto è stato confezionato nel Regno Unito dall’azienda EAT NATURAL c/o Hand 2 Mounth Ldt & The Makery Family, in uno stabilimento di 4 Fourth Avenue, Bluebridge Industrial Estate, Halstead Essex C09 2SY UK. Le barrette sono commercializzate invece dalla ditta Multiple Merketing LT 95 Cmaberwell Station Road con sede a Londra.  I lotti interessati dal richiamo sono tutti che recano sulla confezione data di scadenza o termine minimo di conservazione tra agosto 2020 e luglio 2021

Come recita l’avviso, le barrette con i lotti indicati e interessati dal  richiamo devono essere immediatamente ritirate dalla vendita nei supermercati mentre chi le avesse già acquistate non deve assolutamente consumarle. Per qualsiasi ulteriore informazione l’avviso rimanda all’email del produttore.