Una donna di soli 22 anni è morta durante il parto in Russia per un errore del medico. Alisa Tepikina stava dando alla luce una bambina quando il medico le ha strappato di forza l'utero nel tentativo di estrarre la placenta. Il dolore causato è stato talmente forte da uccidere la donna. Il drammatico incidente si è verificato in un ospedale di Nizhneserginskaya.

Dopo aver partorito, la donna era rimasta in sala operatoria affinché le venisse estratta la placenta, ma il medico ha commesso un errore e invece di sfilare la sacca ha estratto dal corpo della donna l'utero intero. Il medico di 27 anni si deve essere confuso in quanto durante il parto si è verificata un'inversione spontanea dell'utero, una condizione rara, ma non impossibile. Inoltre, il dottore avrebbe dovuto sedare la donna per la rimozione della placente, che invece è morta proprio a causa dell'altissimo dolore e della forte emorragia. Il medico è ora finito sotto accusa.