Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tre banditi sono stati arrestati dai carabinieri di Torino e di Cuneo per avere assaltato il postamat di Garessio, nella provincia di Cuneo. I tre (anziani) malviventi (sono tutti ultrasessantenni, il più anziano di anni ne ha settantuno) hanno tentato il colpo questa mattina presto, giovedì 14 novembre, intorno alle 5.30. Secondo quanto ricostruito, i tre ultrasessantenni si sono presentati davanti alle Poste di Garessio con un'automobile rubata che hanno utilizzato per sfondare la vetrata dell'ufficio postale. Utilizzando quindi la tecnica della “marmotta”, hanno fatto saltare il postamat con l’esplosivo inserito nella fessura. In questo modo hanno potuto rubare il denaro contenuto all'interno del bancomat.

L'intera refurtiva recuperata dai carabinieri – I tre ladri sono scappati coi soldi – erano riusciti a prendere all'ufficio postale oltre 30000 euro – ma la loro fuga è durata ben poco: tutti sono stati intercettati e arrestati dai militari dell'Arma del comando provinciale di Torino, in collaborazione con i colleghi di Mondovì, già impegnati in alcuni controlli tra la provincia di Cuneo e l'area metropolitana del capoluogo piemontese. Da tempo i carabinieri controllano la zona di confine tra le due province per altri episodi simili accaduti nelle scorse settimane. L’intera refurtiva è stata recuperata e alla banda di banditi sono stati sequestrati anche un jammer, ovvero un disturbatore di frequenze, bande chiodate a quattro punte, maschere, guanti e attrezzi da scasso e targhe contraffatte.