5.991 CONDIVISIONI
Tragedia sulla Marmolada, crolla ghiacciaio
7 Luglio 2022
20:51

Crollo Marmolada, gravissime le condizioni di Davide Carnielli: era stato riconosciuto dai piedi

Lotta tra la vita e la morte Davide Carnielli, uno dei feriti del crollo della Marmolada, in Trentino. Consigliere comunale di 30 anni di Fornace, secondo Zaia “la situazione è delicata”.
A cura di Ida Artiaco
5.991 CONDIVISIONI
Davide Carnielli con Alex Zanardi.
Davide Carnielli con Alex Zanardi.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tragedia sulla Marmolada, crolla ghiacciaio

Lotta tra la vita e la morte Davide Carnielli, uno dei feriti del crollo della Marmolada, in Trentino. Il consigliere comunale di Fornace, 30 anni, rimane in terapia intensiva in condizioni critiche.

"I sanitari sono concentrati sul paziente e fanno l'impossibile per accompagnare con le cure e speriamo di uscire fuori da questa situazione", ha detto oggi il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, aggiornando sulle condizioni del giovane.

Per il governatore "la situazione di Carnielli, ricoverato all'ospedale di Treviso, è delicata perché ci sono aspetti neurochirurgici e cardiochirurgici con politraumi: un trauma cranico importante e un trauma toracico. Ci sono due team operativi e il personale sanitario è concentrato su questo paziente e viene fatto l'impossibile per prestare tutte le cure necessarie".

Davide è stato travolto domenica dal crollo della torre di ghiaccio sulla Marmolada e dato inizialmente per disperso.

È stato riconosciuto grazie a dei particolari, dai piedi, da un buchetto alla base dell’orecchio e poi il gruppo sanguigno ha dato la conferma. Un sospiro di sollievo per i genitori del consigliere dopo lunghissime ore di angoscia e apprensione.

Ieri proprio la mamma mamma Giovanna e papà Mauro sono andati a trovare quel figlio "nato una seconda volta", dopo essere rimasto per due giorni nella lista dei dispersi e poi, quando le speranze sembravano perse, ritrovato in ospedale.

Nel pomeriggio hanno avuto il permesso di entrare nel reparto di terapia intensiva. "L’abbiamo salutato, l’abbiamo accarezzato – racconta con commozione il padre – Davide è sedato e le condizioni sono stabili. I medici dicono che bisogna aspettare cinque o sei giorni", come riporta L'Adige.

5.991 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni