7.422 CONDIVISIONI
Tragedia sulla Marmolada, crolla ghiacciaio
6 Luglio 2022
12:50

Lui muore sulla Marmolada, lei si salva. Il bacio e l’addio su Facebook: “Ti amo, per sempre”

Tommaso Carollo è una delle vittime identificate della Marmolada, la compagna Alessandra De Camilli che era con lui in montagna il giorno della tragedia è sopravvissuta. Su Facebook la foto di un bacio e un addio: “Ti amo per sempre”.
A cura di Susanna Picone
7.422 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tragedia sulla Marmolada, crolla ghiacciaio

La foto di un bacio, sicuramente in montagna, tra due innamorati e una frase d’addio: “Ti amo Tommaso, sempre e per sempre”. È il messaggio affidato a Facebook da Alessandra De Camilli, una delle persone sopravvissute al disastro di domenica della Marmolada.

Lei ce l’ha fatta a salvarsi e attualmente è ricoverata in ospedale a Trento per le ferite ripotate, ma suo marito è rimasto ucciso a seguito del crollo del ghiacciaio. Si tratta di Tommaso Carollo, manager di Zanè di 48 anni, una delle vittime identificate della tragedia della Marmolada.

Il post affidato a Facebook
Il post affidato a Facebook

"Grazie di tutti i messaggi che mi avete mandato e che mi state mandando, risponderò. A tutti appena riuscirò ad usare il telefono – scrive Alessandra, architetto 51enne di Schio (Veneto), in un altro post su Facebook -. Sto malissimo ma sono viva. Grazie di essermi vicini”.

La donna è stata operata al ginocchio e ha altre fratture, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Quando le hanno comunicato della morte del compagno ha affidato il suo addio a Facebook. Le loro foto sui social raccontano di una coppia affiatata e sicuramente innamorata di quella montagna che poi li ha divisi.

Tommaso Carollo, una delle vittime della Marmolada
Tommaso Carollo, una delle vittime della Marmolada

Tommaso Carollo, padre di un bambino di 9 anni, è stato descritto come un esperto alpinista che amava la Marmolada. Alessandra ricorda pochissimo dell’incidente di domenica: ha sentito un rumore, ha visto pezzi di neve e ghiaccio che scendevano e poi è svenuta.

“Non ho avuto nemmeno il tempo di pensare ‘Ora scappo’, che sono stata travolta. Penso fosse impossibile fuggire da quella massa enorme. Quando mi sono svegliata c'erano i soccorsi, penso sia passata una mezz'ora. C'era il signore del rifugio. Io ero in mezzo al ghiaccio", ha raccontato a Repubblica dall’ospedale.

Il bilancio della tragedia della Marmolada è per il momento fermo a sette vittime accertate e cinque dispersi, tutti italiani. Solo una delle vittime non ha ancora un nome: le altre, oltre Tommaso Carollo, sono Filippo Bari, Paolo Dani, Liliana Bertoldi, e due escursionisti originari della Repubblica Ceca.

7.422 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni