43 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

Covid, monitoraggio Iss: in calo incidenza e ricoveri, in aumento a 0,91 l’indice Rt

Nessuna Regione a rischio alto per l’evolversi dei casi di Covid, mentre si registra un calo del tasso di occupazione in terapia intensiva e area medica. In aumento l’indice Rt anche se resta sotto la soglia epidemica. È quanto emerge dal monitoraggio settimanale Iss.
A cura di Chiara Ammendola
43 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Sono dati in miglioramento quelli che emergono dal monitoraggio settimanale della cabina di regia dell'Iss diffusi ogni venerdì: non ci sono regioni a rischio alto per quanto riguarda l'evolversi del Covid e il tasso di occupazione nei reparti di terapia intensiva così come di quelli in area medica è in calo. In aumento invece l'indice Rt anche se resta sotto la soglia epidemica.

In aumenti a 0,91 l'indice medio Rt

Nel dettagli secondo quanto comunicato questa mattina dal ministero della Salute nel periodo 21 dicembre 2022-03 gennaio 2023, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,91, facendo registrare un aumento rispetto alla settimana precedente, anche se con dati ancora sotto la soglia epidemica.

In calo invece l'incidenza settimanale a livello nazionale: sono 143 ogni 100.000 abitanti (6-12 gennaio 2023) i casi Covid rispetto ai 231 ogni 100.000 abitanti registrati nella settimana che va dal 30 dicembre al 5 gennaio.

Nessuna regione a rischio alto

Mentre per quanto i riguarda i dati ospedalieri, il tasso di occupazione in terapia intensiva è in lieve calo al 3,1% (i dati fanno riferimento alla rilevazione giornaliera del Ministero della Salute effettuata il 12 gennaio) rispetto al 3,2% della settimana precedente. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 10,1% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 12 gennaio) rispetto al 12,1% di 7 giorni prima.

Infine per quanto riguarda l'evolversi dei casi di Covid, nessuna Regione e provincia autonoma è classificata a rischio alto. Sette sono invece classificate a rischio moderato: si tratta di Basilicata, Emilia Romagna, Provincia di Trento, Puglia, Sardegna e Sicilia, Umbria. Quattordici quelle infine classificate a rischio basso.

43 CONDIVISIONI
32813 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views