2.042 CONDIVISIONI
Covid 19
12 Gennaio 2022
11:30

Cosa succede se ti scoprono a viaggiare sui mezzi pubblici senza super green pass

Nel trasporto locale controlli su super green pass a campione, per i mezzi a lunga percorrenza, invece, controlli prima di imbarco e a bordo per tutti i viaggiatori.
A cura di Antonio Palma
2.042 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Da questa settimana sono entrate in vigore le nuove regole sul Super Green Pass previste dal decreto del Governo che estendono l’uso obbligatorio della certificazione verde rafforzata per una vasta gamma di servizi e attività. Tra questi uno dei principali è il servizio del trasporto pubblico, sia locale che nazionale, per il quale dal 10 gennaio è necessario il super green pass. Il certificato di avvenuta vaccinazione o guarigione dal covid infatti è stato esteso sia per i mezzi a lunga percorrenza, come treni ad alta velocità, navi e aerei, sia per quelli del trasporto pubblico locale come autobus, tram e metropolitana. Per i viaggiatori sopra i 12 anni che vengono trovati a viaggiare senza certificazione scatta una sanzione del tutto simile a quella già in vigore per gli altri ambiti e che prevede multe che vanno dai 400 ai 1.000 euro.

Controlli misti con forze dell’ordine

Come in tutti gli ambiti, anche le verifiche sul rispetto dell’obbligo di green pass rafforzato sui mezzi pubblici spettano alle forze dell’ordine che possono essere però affiancate dal personale incaricato delle aziende dei trasporti come i vigilantes o controllori. Questi ultimi a differenza dei primi, però, non possono elevare sanzioni. Le verifiche avvengono come sempre tramite l’apposita funzione dell’app VerificaC19 che è in grado di rilevare la validità dei certificati rafforzati. Sia sui treni sia nel traporto pubblico locale delle grandi città le aziende hanno già annunciato controlli congiunti con proprio personale da affiancare a polizia, carabinieri e vigili urbani. Sui treni a lunga percorrenza i controlli su super green pass ma anche mascherine FFp2 saranno effettuati dal personale, sia a terra che a bordo, e poi provvederà a segnale eventuali trasgressori alla Polfer in stazione. Controlli sempre prima dell’imbarco, invece, in aeroporto, ad opera delle compagnie. Qui il green pass rafforzato è obbligatorio per i voli interni ma non per i servizi di trasporto aereo internazionale.

Nel trasporto locale controlli su super green pass a campione

Per il trasporto locale, invece, i controlli avverranno a campione. A Milano ad esempio Atm ha messo in piedi squadre miste con proprio personale e agenti delle forze dell’ordine che si aggireranno nelle stazioni metro. Idem a Roma A Roma dove controllori dell’Atac e agenti delle forze dell’ordine verificheranno il green pass dei passeggeri ai capolinea bus e nelle stazioni metro. L’obbligo di green pass rafforzato non è valido invece per gli spostamenti da e verso le isole minori per motivi di salute o per la frequenza scolastica: sarà sufficiente il Green pass base. Nessun obbligo di green pass di alcun tipo invece per Taxi e servizio di noleggio con conducente fino a nove posti ma anche per il Trasporto scolastico degli studenti.

2.042 CONDIVISIONI
31081 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni