Le persone che sospettano di poter aver contratto il nuovo coronavirus non dovrebbero assumere l'Ibuprofene senza consultare un medico. Lo dice l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il portavoce dell'Oms Christian Lindmeier ha dichiarato, nel corso di una conferenza stampa a Ginevra, che non ci sono studi recenti che collegano il farmaco antinfiammatorio con un aumento dei tassi di mortalità, ma ha aggiunto che gli esperti stanno indagando per far luce sulla questione. Dunque il consiglio è di non assumere Ibuprofene. "Raccomandiamo il paracetamolo, non l'Ibuprofene, per l'automedicazione", ha detto Lindmeier.

Alcuni farmaci possono essere rischiosi per i pazienti affetti da Covid-19

L'indicazione dell’Oms è arrivata dopo che importanti funzionari sanitari francesi avevano messo in guardia dall'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans) per il Covid-19. Un recente articolo pubblicato su “The Lancet” aveva avanzato l'ipotesi che alcuni farmaci, incluso appunto l’Ibuprofene, possano rappresentare un rischio per i pazienti affetti da Covid-19 che soffrono anche di ipertensione o diabete. Tra quanti sconsigliano di utilizzare determinati farmaci per sedare i sintomi del coronavirus anche il Ministro della Sanità francese Oliver Véran che appunto ha invitato tutti i cittadini a non assumere questi farmaci nel caso in cui dovesse insorgere l'infezione causata dal virus SARS-CoV-2. "L'assunzione di farmaci antinfiammatori (Ibuprofene, cortisone) potrebbe essere un fattore aggravante dell'infezione", aveva scritto in un tweet.