Un nuovo focolaio di contagio da coronavirus è stato individuato in queste ore in un’azienda di  Polignano a Mare, nella città metropolitana di Bari, con circa ottanta persone risultate positive ai test. Il focolaio è legato a una azienda ortofrutticola pugliese ed è emerso a seguito della positività al tampone riscontrata tra una lavoratrice della ditta. La donna infatti aveva accusato i sintomi del covid nei giorni scorsi e per questo era stata sottoposta a i controlli del caso che avevano confermato il contagio. A quel punto sono scattati i controlli su tutti i colleghi che hanno portato a galla un focolaio di contagio di dimensioni preoccupanti.

I contagi legati al focolaio di Polignano a Mare sono saliti prima a una decina poi a ben 78 su 159 tamponi eseguiti. I numeri però potrebbero crescere ancora visto  che l’Asl barese sta continuando i controlli allargando i tamponi anche alla cerchia dei parenti e dei contatti esterni ai dipendenti della ditta risultati positivi. Il Dipartimento di prevenzione della ASL di Bari infatti ha attivato le procedure di sorveglianza epidemiologica con l'attività di contact tracing. "È prevista l'esecuzione di altri tamponi, in parallelo alla attività di sorveglianza sui contatti stretti dei positivi finora accertati", fa sapere l'Azienda sanitaria.

"Vi comunico che purtroppo ci sono 78 positivi in un’azienda di Polignano. Non sappiamo ancora quanti di questi positivi vivono a Polignano, ma è evidente che la situazione è delicata come non mai" ha spiegato il sindaco della cittadina pugliese, Domenico Vitto, aggiungendo: "Ho appena sentito il Prefetto dott.ssa Bellomo che come sempre si è dimostrata estremamente sensibile e disponibile, il Dirigente Asl dott. Domenico Lagravinese e il capo dipartimento della Protezione Civile dott. Mario Lerario, per concordare le strategie da mettere in campo per affrontare al meglio questa situazione". "Nelle prossime ore sarà montata una tenda nei pressi del campo sportivo per tutti coloro che vorranno effettuare il tampone con modalità drive-in, dopo la prenotazione al link predisposto dalla Asl a cominciare dai contatti più stretti dei positivi. Nella compilazione andrà specificato che si è di Polignano e che si è stati in contatto con persone risultate positive" ha aggiunto il sindaco, concludendo: "Faccio un appello a tutte le forze politiche e a tutti i cittadini. È il momento di unire le forze e di mettere da parte per un attimo le beghe politiche perché c’è in gioco la salute di tutti noi"

Nelle scorse ore lo stesso sindaco di Polignano Domenico Vitto aveva espresso preoccupazione annunciando alcuni casi di positività in città tra cui uno che riguarda una dipendente del comune e che ha costretto alla chiusura degli uffici del comune e del comando della polizia municipale. “Sono qui per comunicarvi, con dispiacere, che ci sono nuovi casi di contagio nel nostro paese. Sono in corso gli accertamenti diagnostici dei contatti diretti” ha scritto il primo cittadino, aggiungendo: “Un caso di positività è collegato al Comune di Polignano. Ho predisposto la chiusura del palazzo comunale per la sanificazione e tutti i dipendenti, me compreso, si stanno sottoponendo a test sierologico. I risultati finora sono negativi. Vi terrò aggiornati su questa pagina non appena sarò a conoscenza dell'esito dei tamponi effettuati. Sono momenti di apprensione per tutta la comunità, ma non possiamo assolutamente perdere la lucidità in un momento così delicato”.