È riemerso in zona contrada Cimarella il cadavere della donna individuato all'interno di un laghetto a Macerata. L'allarme è scattato alle prime ore del mattino di oggi quando è stato chiesto l'intervento sul posto di soccorritori e vigili del fuoco: sono stati questi ultimi ad avviare le operazioni di recupero del corpo della vittima.

Si tratta di una donna di 65 anni la cui identità non è stata ancora resa nota dalle forze dell'ordine intervenute sul posto. Al momento non è esclusa nessuna ipotesi ma quella più probabile secondo gli inquirenti è che si sia trattato di un gesto volontario: la donna sembra infatti che abbia lasciato un biglietto trovato poco distante dal posto in cui è stato rinvenuto il cadavere. Il suo corpo ormai senza vita è stato trovato nel laghetto della Cimarella, territorio comunale di Macerata. Il passante che ha notato il corpo galleggiare in acqua ha lanciato l'allarme e sul posto sono intervenuti poco dopo i vigli del Fuoco, con una squadra di sommozzatori, e i sanitari del 118. Il medico dell'emergenza però non ha potuto far altro che constatare l'avvenuto decesso della donna.

Si ipotizza un gesto estremo: trovato un biglietto di addio poco distante

In pochi minuti sono giunti sul luogo dell'accaduto anche i carabinieri del comando provinciale di Macerata che hanno dato il via ai rilievi. In base alla prima ricostruzione fatta dai militari dell'Arma sembra che si sia trattato di un gesto volontario, la 65enne, che abitava nella zona, ha lasciato infatti un biglietto d'addio.