Dopo qualche giorno di indagine, gli agenti della Polizia di Chiavari hanno fermato un borseggiatore di 88 anni sospettato di aver compiuto una serie di furti con destrezza in concorso con il "socio" più giovane, 60enne. Secondo quanto si apprende dalle cronache locali, i due borseggiatori sono stati attenzionati e fermati in seguito a un borseggio commesso il 21 dicembre scorso su un mezzo pubblico della linea Atp. L'88enne era in sostanza il palo del "collega" 60enne e secondo gli investigatori avrebbe compiuto altri borseggi nei mercati rionali del Tigullio, sempre insieme al complice.

I due borseggiatori, un cittadino cileno e un italiano senza fissa dimora, sono stati fermati per furto con destrezza in concorso dagli agenti della Polizia di Chiavari impegnati nel contrasto dei furti sui mezzi pubblici delle linee Atp, commessi soprattutto ai danni di donne anziane. Secondo quanto si apprende, l'attività investigativa era stata avviata dal Commissariato di Chiavari in seguito a un borseggio commesso il 21 dicembre e l'attenzione si era concentrata sui due arrestati, con precedenti per questo tipo di reato.

Individuati in località Caperana, dove sono saliti su un autobus di linea diretto a Chiavari, i due sono stati  fermati dagli agenti dopo che il 60enne, coperto dal complice 88enne, ha borseggiato un'anziana passeggera rubandole il portafoglio.