648 CONDIVISIONI

Chi era Francesca Romeo, la dottoressa uccisa a colpi di lupara in Calabria, e cosa sappiamo del delitto

Francesca Romeo, dottoressa di 67 anni, è stata uccisa mentre era in auto insieme al marito. Il killer avrebbe mirato alla donna. Ignoto il movente.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Davide Falcioni
648 CONDIVISIONI
Immagine

È ancora avvolto nel mistero il movente dell'omicidio di Francesca Romeo, la dottoressa di 67 anni che lavorava presso la guardia medica di Santa Cristina d'Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria, uccisa la notte tra venerdì e sabato a colpi d'arma da fuoco mentre era in macchina con il marito, Antonio Napoli, anche lui medico.

L'omicidio si è consumato lungo la strada provinciale che collega proprio Santa Cristina a Taurianova, pochi minuti dopo che Romeo aveva finito il turno. A sparare, da distanza ravvicinata, sarebbe stato un solo assassino che sarebbe sbucato all'improvviso dietro una curva. Secondo quanto riferito dal marito della vittima il killer imbracciava un fucile, probabilmente una lupara, e avrebbe premuto il grilletto da posizione frontale mirando al posto del passeggero dove si trovava la dottoressa. Uno dei proiettili ha raggiunto Francesca Romeo, non lasciandole scampo, mentre un altro colpo ha ferito al braccio l'uomo alla guida. Dopo aver ucciso la donna l'assassino è scappato per le campagne. La sua identità resta ignota, e ignoto resta anche il movente.

Francesca Romeo era originaria della frazione Sant'Anna e insieme al marito Antonio Napoli e collega formava una coppia riservata e stimata. I due non avevano figli e si vedevano poco in giro. La dottoressa, spiega ReggioToday, sarebbe andata in pensione tra pochi mesi dopo aver sempre lavorato nella guardia medica senza altri incarichi. Romeo aveva tre fratelli, uno dei quali è ispettore di polizia in quiescenza, dettaglio ora al vaglio degli investigatori. Ad ogni modo la vita della donna e del marito sembra priva di ombre, sebbene l'uomo – psichiatra – lavori con soggetti fortemente a rischio e utenti problematici. La dinamica del delitto tuttavia lascia pensare che il killer abbia mirato proprio alla dottoressa. Sarebbe stata lei la vittima dell'agguato.

648 CONDIVISIONI
"Venite, ho ucciso mia moglie e i miei figli": cosa sappiamo finora sul triplice omicidio a Palermo
"Venite, ho ucciso mia moglie e i miei figli": cosa sappiamo finora sul triplice omicidio a Palermo
Femminicidio Bovolenta, cosa sappiamo: dall'omicidio di Sara Buratin al ritrovamento di Alberto Pittarello
Femminicidio Bovolenta, cosa sappiamo: dall'omicidio di Sara Buratin al ritrovamento di Alberto Pittarello
La lettera del fratello di Liliana Resinovich al Questore e le nuove indagini sul caso: cosa sappiamo
La lettera del fratello di Liliana Resinovich al Questore e le nuove indagini sul caso: cosa sappiamo
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views