139 CONDIVISIONI
Caso Regeni, news sulle indagini
2 Maggio 2022
12:51

Caso Regeni, Procura di Roma ricorre in Cassazione contro sospensione del processo

La Procura di Roma ha presentato ricorso in Cassazione contro l’ordinanza del gup dello scorso 11 aprile per la sospensione del processo sull’omicidio di Giulio Regeni.
A cura di Gabriella Mazzeo
139 CONDIVISIONI
Giulio Regeni
Giulio Regeni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Caso Regeni, news sulle indagini

La Procura di Roma ha presentato ricorso in Cassazione impugnando l'ordinanza del gup dello scorso 11 aprile di sospensione del processo sull'omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato, torturato e poi ucciso in Egitto nel 2016. Con questa iniziativa la procura chiede l'annullamento della decisione del gup e della Corte di Assise di Roma sull'annullamento. Il 14 ottobre scorso i giudici della Terza Corte d'Assise di Roma sono stati chiamati a decidere sull'assenza in aula dei quattro 007 egiziani accusati dell'omicidio. I magistrati avevano dichiarato la nullità del decreto che disponeva il giudizio vista l'impossibilità di far recapitare la notifica agli imputati.

La Procura invece ritiene di dover dare una diversa valutazione tecnica rispetto a quella della Corte di Assise cui il gup era vincolato. La decisione è incentrata sulla legittimità o meno del processo vista la mancata notifica agli imputati ma l'esistente certezza della conoscenza dei quattro sull'esistenza del procedimento penale a loro carico. Secondo la Procura, la decisione assunta per l'annullamento sarebbe in contrasto con quanto affermato dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione che affermano che si può procedere, anche se la parte ignora la data dell'udienza e il capo d'imputazione, quando si è in presenza di "finti inconsapevoli". Per la Procura infatti l'eco mediatico del caso è a suo modo una notifica. Ora saranno i supremi giudici a doversi esprimere sul caso.

Sono noti i volti del  colonnello Husan Helmi, del 1968, il colonnello Athar Kamel Mohamed Ibrahim, anche lui del '68 e di Magdi Ibrahim Abdelaf Sharif, nato nel luglio del 1984. Ancora sconosciuto, invece, quello del generale Tariq Sabir. Sono loro gli 007 accusati dell'omicidio del ricercatore italiano. A diffondere le foto degli imputati, la legale della famiglia Regeni, Alessandra Bellerini, che tramite social aveva lanciato un appello per trovare gli indirizzi necessari all'invio della notifica. "Sappiamo chi sono e che facce hanno, sappiamo anche quanto male sono capaci di fare. Ci aiutate a cercarli? – scriveva online Bellerini -. Ci servono i loro indirizzi di residenza per poterli processare in Italia". L'appello era stato tradotto anche in arabo e in inglese per permettere ai followers stranieri di fornire informazioni utili.

139 CONDIVISIONI
83 contenuti su questa storia
Caso Regeni, dall’Egitto nessuna collaborazione: processo sospeso e udienza rimandata a ottobre
Caso Regeni, dall’Egitto nessuna collaborazione: processo sospeso e udienza rimandata a ottobre
Giulio Regeni, commissione d'inchiesta:
Giulio Regeni, commissione d'inchiesta: "Egitto unico responsabile della sua morte"
Si apre il processo per la morte di Giulio Regeni, De Falco:
Si apre il processo per la morte di Giulio Regeni, De Falco: "Non andate più in Egitto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni