Avendo molto tempo a disposizione e una salita ancora discreta nonostante l'età, aveva deciso di sistemare autonomamente alcuni problemi della sua abitazione e così aveva preso gli attrezzi e una scala e si era messo al lavoro ma qualcosa è andato improvvisamente storto: l'uomo è scivolato cadendo violentemente a terra nel cortile di casa dove è rimasto esanime. Così nelle scorse ore ha perso la vita un pensionato sardo di 72 anni, Antonio Medda, ritrovato privo di sensi all'esterno dell'abitazione di famiglia Gesturi, piccolo comune nel Sud Sardegna. La tragedia si è consumata nella mattinata di oggi lunedì 15 luglio mentre l'uomo stava effettuando dei lavori. A fare la terribile scoperta e a lanciare l'allarme è stata la moglie che lo ha ritrovato esanime a terra.

Ogni tentativo di soccorrere il settantaduenne però si è rivelato vano. Quando sul posto è accorsa l'ambulanza medicalizzata del 118 per Antonio Medda non c'era più niente da fare. I sanitari hanno solo potuto constatarne il decesso allertando le autorità competenti. Sul posto quindi son accorsi anche i carabinieri delle locali stazioni di Gesturi e Furtei per i rilievi di rito. Pochi dubbi però sul fatto che si sia trattato di un incidente e sulla dinamica dell'accaduto: l'uomo, per motivi ancora da stabilire con certezza, avrebbe perso l'equilibrio precipitando da un muretto per quasi quattro metri prima di schiantarsi al suolo su un terreno accanto alla sua casa. Un impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo. Le ipotesi più probabili sono quelle che suppongono un piede poggiato male o un improvviso malore ala base della caduta mortale.