24.678 CONDIVISIONI
Alessia e Giulia travolte da un treno a Riccione
5 Agosto 2022
10:32

“Buon viaggio dolci angeli”: commozione ai funerali di Alessia e Giulia, uccise dal treno a Riccione

Nella chiesa di Castenaso i funerali pubblici di Alessia e Giulia, le due sorelle di 15 e 17 anni anni travolte da un treno alla stazione di Riccione. Fiori bianchi e ricordi per le due ragazze.
A cura di Susanna Picone
24.678 CONDIVISIONI
Funerali Alessia e Giulia– foto Beppe Facchini/Fanpage.it
Funerali Alessia e Giulia– foto Beppe Facchini/Fanpage.it
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Alessia e Giulia travolte da un treno a Riccione

Una cerimonia pubblica aperta a tutti perché Alessia e Giulia, le due sorelle travolte e uccise da un treno a Riccione, erano molto amate in paese. È quello che hanno chiesto per oggi i familiari delle due adolescenti – Alessia e Giulia avevano 15 e 17 anni – per l’ultimo saluto nella loro Castenaso, nella provincia di Bologna, dove il sindaco ha proclamato per oggi il lutto cittadino. Il padre delle due ragazze, insieme ai parenti, all'arrivo in chiesa si è fermato in lacrime davanti alle bare bianche delle figlie, sui lati sono incisi i loro nomi.

Alessia e Giulia
Alessia e Giulia

"Affranti per l'immatura e tragica scomparsa delle adorate Giulia ed Alessia il papà Vittorio, la mamma Tania, Stefania, nonna Giulia, nonna Tatiana, Pierpaolo con Alexandra, Emily e i parenti tutti annunciano che i funerali si terranno venerdì 5 agosto alle ore 10.30 nella chiesa della Madonna del Buon Consiglio di Castenaso, dove parenti ed amici potranno salutare Giulia ed Alessia a partire dalle ore 8”, il messaggio diffuso ieri per volere della famiglia. La camera ardente è stata aperta alle 8 del mattino.

Le bare bianche delle due sorelle in chiesa
Le bare bianche delle due sorelle in chiesa

Sono arrivati tanti parenti, amici e residenti. Una processione composta e silenziosa. Sulle bare bianche delle due sorelle, accanto alle loro foto, tanti mazzi di fiori, con girasoli rose e gerbere bianche. Sul libro dei ricordi tante frasi pieno di affetto e commozione per le due sorelle. "Buon viaggio angeli”, recita un messaggio. Un’altra amica scrive: "Sarete sempre i miei raggi di sole". "Dolcissime e bellissime bambine, per sempre con noi", si legge ancora.

Messaggi per le due sorelle lasciati fuori dalla chiesa
Messaggi per le due sorelle lasciati fuori dalla chiesa

Sono ancora tanti i dubbi su quanto accaduto alle due sorelle di Castenaso, morte dopo una serata trascorsa insieme in discoteca. Al mattino di domenica scorsa, dopo che un ragazzo le aveva accompagnate in stazione, si è consumata la tragedia. Dalle testimonianze di chi le ha viste negli ultimi minuti prima dell'incidente non si è riusciti finora a ricostruire il motivo esatto del perché le due ragazze si trovassero sui binari. L’inchiesta prosegue ma a molte domande, forse, non ci sarà mai una risposta.

"Il dolore è enorme, il male sembra avere vinto. Noi oggi quasi sottovoce, perché ci sentiamo piccolissimi sussurriamo, ad ogni cuore e ad ogni vita, soprattutto a papà Vittorio e mamma Tania, sussurriamo che il bene è più forte del male. Il dolore lo vivremo insieme non ci lasceremo sbriciolare", le parole del parroco di Castenaso, don Giancarlo Leonardi, durante l'omelia. In apertura di celebrazione, il parroco ha letto anche un messaggio dell'arcivescovo di Bologna Matteo Zuppi. "Da domenica – ha detto il sacerdote – vediamo la cronaca di una tragedia, ne cogliamo letture, riletture, giudizi: un vociare che ha creato eco di reazioni. Sembra che tutti abbiano una parola da dire è che ci siano tanti maestri. Noi nella famiglia di Alessia e Giulia da domenica vediamo un dolore infinito, il rischio è la caduta nel baratro nel cinismo. Papà Vittorio lo chiama il ‘tunnel'. Cosa è la verità? Cosa vediamo noi oggi con gli occhi del cuore? Vediamo due figlie Alessia e Giulia volute cresciute amate e curate. Noi vediamo un papà che ha costruito con talento il suo lavoro ed è vissuto per le sue figlie. Vediamo una madre impietrita dal dolore e vediamo una sorella Stefania che ha fatto da madre e ad amica, sono le sue parole, ad Alessia e Giulia. Vediamo una famiglia generosa dove tutti sono uniti".

La famiglia di Alessia e Giulia: "Grazie per la vicinanza nel dolore"

"Grazie a tutti, a tutte le istituzioni, alla Chiesa e e alla comunità. Grazie a tutti coloro che con tutta la dolcezza ci stanno facendo sentire la vicinanza in questo momento di immenso dolore", la famiglia di Giulia e Alessia hanno letto un messaggio al termine del funerale. Il messaggio è stato letto da un sacerdote, don Francesco Vecchi. Al termine della cerimonia, lungo applauso da parte delle tante persone presenti in una chiesa gremita. Quando i feretri sono stati portati all'esterno, sono stati lanciati in aria
palloncini bianchi.

24.678 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni