La curva dell'epidemia da Covid 19 "va decrescendo, è un segnale che prosegue" e "stiamo andando verso un numero più basso in tutte le regioni", inclusa la Lombardia. Stiamo andando verso un numero di casi molto basso un po' in tutte le regioni, inclusa la Lombardia. Lo ha detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro, nella conferenza stampa organizzata oggi 8 maggio dall'istituto sull'andamento epidemiologico dell'epidemia di Covid-19.

“Solo nella prossima settimana sarà possibile avere i dati relativi all'andamento dei casi nei primi giorni dalla riapertura che dal 4 maggio hanno segnato l'inizio della Fase 2” ha aggiunto l’esperto. Dall'analisi settimanale della cabina di regia tra ministero e Regioni si potranno fare ragionamenti per decidere misure successive.

L'incidenza di letalità si conferma soprattutto nelle fasce d'età più elevate. Su 2400 deceduti, la maggioranza ha come prima causa infezione di Covid, invece il 12% delle vittime aveva già concause che si sono sovrapposte, ha detto ancora Brusaferro nella conferenza stampa settimanale.

Sono stati 6.395 i casi di Covid-19 diagnosticati negli stranieri, pari al 5% dei casi complessivi diagnosticati in Italia. Lo ha invece detto l'epidemiologo Giovanni Rezza, dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss).