210 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Bruciata di nuovo l’auto della sorella di Rino Gattuso: appena comprata dopo il primo rogo

I due mesi incendiate due auto a Ida Gattuso, la sorella del campione del mondo Rino Gattuso. L’auto della donna è stata data alle fiamme da sconosciuti che hanno agito nottetempo mentre la vettura era parcheggiata in strada a Corigliano, in provincia di Cosenza.
A cura di Antonio Palma
210 CONDIVISIONI

Immagine

Ennesimo atto intimidatorio nelle scorse ore ai danni di Ida Gattuso, sorella di Rino, l’ex calciatore campione del mondo con l’Italia e attuale allenatore dell’Olympique Marsiglia. L’auto della donna è stata data alle fiamme da sconosciuti che hanno agito nottetempo mentre la vettura era parcheggiata in strada a Corigliano, in provincia di Cosenza.

Si tratta del secondo rogo doloso ai danni di una vettura di Ida Gattuso. Solo poco mesi fa, infatti, la donna aveva subito l’incendio di un’altra auto nella stessa cittadina calabrese. L’auto presa di mira nelle scorse ore era stata da poco comprata dalla ex vicepresidente del Consiglio comunale di Rossano Calabro dopo la distruzione della precedente auto in un altro incendio avvenuto nell’ottobre scorso.

Immagine

La brutta sorpresa durante la notte tra giovedì 14 e venerdì 15 dicembre quando Ida Gattuso è stata svegliata dalle fiamme della sua auto incendiata sotto casa. I vigili del fuoco intervenuti sul posto in poco tempo hanno domato l’incendio ma per l’auto ovviamente non c’è stato nulla da fare ed è andata distrutta.

La vettura, un suv Opel Grand Land, era ferma nella stessa zona dell’altra auto distrutta il 17 ottobre scorso, a Schiavonea. Gli autori dell’atto intimidatorio hanno avuto vita facile nell’appiccare le fiamme. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri del Reparto territoriale di Corigliano-Rossano che hanno avviato le indagini per ricostruire i fatti.

Nessun dubbio sulla natura dolosa del fatto ma resta da capire il movente e la possibile comune origine dei due roghi. Secondo indiscrezioni, gli inquirenti al momento propendono per questioni legate alla sfera personale della vittima.

Il precedente rogo dell'auto di Ida Gattuso
Il precedente rogo dell'auto di Ida Gattuso

Il fatto ha destato scalpore nel comune calabrese dove è arrivata anche la solidarietà dell’amministrazione locale. “Nell’esprimere nuovamente la solidarietà personale e dell’intera città ad Ida e a tutta la famiglia Gattuso, vittima di un nuovo attentato incendiario, voglio sottolineare ancora una volta l’assurdità di questa situazione paradossale nella quale una città operosa, importante, con un tessuto produttivo e sociale tra i più vivi della Calabria si trova sistematicamente vittima di questi attentanti vigliacchi e balordi senza che lo Stato si interroghi veramente sul da farsi” ha dichiarato il sindaco.

“La nostra comunità non ne può più di rassicurazioni, di interventi spot, della totale disconoscenza e sottovalutazione del nostro territorio da parte delle autorità centrali. Ora basta” ha aggiunto Flavio Stasi, concludendo: “Ida, che ha svolto con dignità e passione un ruolo pubblico, perdonerà il mio sfogo in occasione del secondo episodio che la vede vittima, ma davvero ora ci siamo stancati. Pretendiamo interventi strutturali per garantire la serenità della nostra comunità, pretendiamo i servizi dignitosi che sarebbero garantiti ad una città come la nostra in qualsiasi parte del mondo”.

210 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views