Ilaria Matteucci, 57 anni è sparita ieri da Vadena (Bolzano), dove era andata a trovare un amico. La donna, originaria di Bolzano ma residente da molti anni a Gubbio (Perugia) da qualche giorno era ospite dell'amico, ma giù domani si sarebbe spostata in un'altra località, dove aveva programmato di trasferirsi per iniziare un nuovo lavoro. Le ricerche sono iniziate non appena è stato dato l'allarme e si sono concentrate nell'area di Vadena, dove confluiscono l'Isarco e Adige. Il timore dei suoi cari, in queste ore, è che possa essere caduta accidentalmente nel fiume.  I carabinieri stanno cercando la donna da ormai quasi 24ore, coadiuvati dai vigili del fuoco di Vadena e i sommozzatori e le unità cinofile. Chiunque avesse sue notizie è stato invitato a contattare il numero 0471 954128.

Di ieri, invece, la notizia del ritrovamento di un'altra donna scomparsa, Miriam Vera Torriglia, il cui corpo è stato ritrovato in un bosco del Genovese da un escursionista. Miriam, 45 anni era scomparsa il 27 gennaio scorso. A dare l'allarme era stata sua madre, con la quale viveva. Il cadavere di Miriam è stato ritrovato nell'auto che la donna guidava al momento della scomparsa, con un sacchetto di plastica in testa. Nell'abitacolo dell'auto era stato introdotto il tubo di scarico. La scena sembra quella di un suicidio, ma gli inquirenti stanno svolgendo tutti gli accertamenti del caso per non trascurare nessun'altra ipotesi alternativa.  Anche nel caso di Miriam dopo la scomparsa di era attivato un battage mediatico. Ad attirare l'attenzione sul caso era stata anche la testimonianza di un amico della donna, Sergio, il quale aveva raccontato ai giornalisti che Miriam appariva preoccupata dalle attenzioni moleste di qualcuno e che girava ‘armata' di un tubo e di una bomboletta di spray al peperoncino.