Un pericoloso incidente in casa che poteva costare molto caro a una bimba di soli due anni e mezzo fortunatamente si è concluso senza conseguenze gravi per la piccola ma è costato l'arresto della madre per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L'episodio a Bologna dove la bimba sfortunatamente è caduta dalla finestra dell'abitazione di famiglia mentre stava giocando in casa, cascando nel cortile sottostante dopo un volo di pochi metri, ma il successivo intervento della polizia ha portato alla luce una vera e propria piantagione casalinga di marijuana. La vicenda vede come scenario un'abitazione in via Sant'Agnese, alla periferia di Bologna, zona aeroporto, dove la madre della piccola pare avesse tirato su  una piccola piantagione per la coltivazione della cannabis in giardino con alcuni teli di plastica a fare da serra.

Probabilmente nessuno ne avrebbe saputo nulla se la bambina non si fosse fatta male cadendo. Per cause ancora da accertare, la piccola è sfuggita al controllo della madre ed è caduta accidentalmente dalla finestra. Dopo l'allarme fatto scattare dagli stessi parenti, sul posto, oltre ai sanitari del 118 per soccorrerla, sono accorse anche le forze di polizia che nel giardino hanno subito individuato la serra. Mentre la piccola veniva porta via in ambulanza e trasportata al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore del capoluogo emiliano, dove è stata poi ricoverata con una prognosi di 15 giorni, sul posto sono stati chiamati a intervenire anche i cani antidroga che hanno confermato i sospetti degli agenti. Nella casa è scattata anche una perquisizione durante la quale è stato trovato e sequestrato quasi un chilo di marijuana. Per la madre della bimba, una donna di 41 anni, è scattato così l'arresto.