video suggerito
video suggerito

“Benedetto XVI è molto malato”, la preghiera di Papa Francesco per Ratzinger all’udienza generale

Papa Francesco, durante l’udienza generale, ha rivolto il proprio pensiero a papa Ratzinger. Benedetto XVI è molto ammalato: “Vorrei chiedere a tutti voi una preghiera speciale”. Nelle ultime ore si è verificato un aggravamento delle condizioni di salute dovuto all’avanzare dell’età. Bergoglio è andato a far visita al papa emerito.
A cura di Susanna Picone
4.428 CONDIVISIONI
Immagine

“Vorrei chiedere a tutti voi una preghiera speciale per il Papa emerito Benedetto, che nel silenzio sta sostenendo la Chiesa. È molto ammalato, che Dio lo consoli e lo sostenga fino alla fine in questa testimonianza di amore alla Chiesa". A rivelare come sta Joseph Ratzinger, dando notizia di condizioni di salute precarie, è stato papa Francesco, che nell’udienza di oggi nell'Aula Paolo VI ha voluto rivolgere un pensiero al suo predecessore.

Benedetto XVI, classe 1927, è Papa emerito dal 2013. Nel concistoro ordinario dell'11 febbraio di quell’anno annunciò la sua rinuncia al ministero di vescovo di Roma, con decorrenza della sede vacante dalle 20 del 28 dello stesso mese. Papa Francesco, suo successore, fu eletto al quinto scrutinio il 13 marzo 2013.

Il Papa è andato a far visita a Ratzinger

"In merito alle condizioni di salute del Papa emerito, per il quale Papa Francesco ha chiesto preghiere al termine dell'udienza generale di questa mattina, posso confermare che nelle ultime ore si è verificato un aggravamento dovuto all'avanzare dell'età. La situazione al momento resta sotto controllo, seguita costantemente dai medici", ha detto il direttore della Sala stampa Matteo Bruni, aggiungendo che Bergoglio al termine dell'udienza si è recato al monastero Mater Ecclesiae per visitare Benedetto XVI: "Ci uniamo a lui nella preghiera per il Papa emerito".

Il pensiero di Francesco all'Ucraina

Quella di oggi è stata l’udienza udienza generale del 2022: papa Francesco è stato accolto dall’ovazione dei fedeli nell’Aula Paolo VI: ha fatto ingresso dall'ingresso sul palco e si è diretto verso la sua postazione camminando appoggiandosi a un bastone.

Il pensiero per Benedetto XVI è arrivato al termine dell’udienza, prima Bergoglio ha voluto parlare della guerra in Ucraina. "Il Bambino di Betlemme doni la sua luce e il suo conforto" e "conceda alla martoriata Ucraina, oppressa dalla brutalità della guerra, il sospirato dono della pace”, così papa Francesco.

"L'amore di Dio che si è rivelato a Betlemme – ha detto ancora – porti la consolazione ai nostri cuori, turbati dal dramma della guerra in Ucraina e in altre parti del mondo. Voglio ringraziare il popolo della Polonia di tutto l'aiuto che dà al popolo ucraino. Ricordiamo che nella storia dell'umanità l'ultima parola spetta a Dio, perché ‘tutto appartiene all’amore’". E nella festa sei Santi Innocenti “pensiamo ai più piccoli”, ha detto ancora papa Francesco: “A tutti i bambini che soffrono lo sfruttamento, la fame e la guerra. Il Signore ci aiuti con la sua benedizione a proteggerli e a sostenerli”.

Papa Francesco ha parlato anche del Natale, in particolare ha chiesto di "non scivolare nella caricatura mondana del Natale, ridotta a una festa consumistica e sdolcinata". "I nostri vecchi che avevano conosciuto la guerra e anche la fame lo sapevano bene: il Natale è gioia e festa, certamente, ma nella semplicità e nell'austerità", ha detto il Pontefice. "Ci vuole fare festa, ma che non sia il Natale", ha aggiunto.

4.428 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views