9 Giugno 2022
18:33

Basma Afzaal non era sola la mattina della sua scomparsa a Padova. “Ha preso l’autobus con un ragazzo”

Basma Afzaal non era sola la mattina della sua scomparsa. La 18enne di origini pakistane avrebbe preso l’autobus insieme a un ragazzo. Il giovane è stato inquadrato dalle telecamere di videosorveglianza.
A cura di Gabriella Mazzeo

La mattina della sua scomparsa, Basma Afzaal è entrata nel bar Roma di Castelfranco Vento come sempre. Il 31 maggio scorso, però, non era impegnata in una conversazione telefonica. Un dettaglio al quale gli investigatori si stanno aggrappando per condurre le ricerche: forse Basma doveva incontrare qualcuno fuori dal locale nei pressi dell'autostazione.

Secondo quanto raccontato dal titolare del bar ai microfoni della trasmissione Chi l'ha visto?, la ragazza sedeva tutte le mattine allo stesso tavolo e trascorreva tutto il tempo in videochiamata. Le conversazioni erano sempre in italiano. "Veniva tutte le mattine – ha spiegato – ma spesso tornava anche il pomeriggio. Trascorreva tutto il tempo al telefono, ma parlava sempre nella nostra lingua".

La mattina della scomparsa, Basma ha lasciato il locale dopo dieci minuti per raggiungere il piazzale dell'autostazione. Le telecamere della zona l'hanno ripresa mentre aspettava l'autobus. Dalle immagini sembrerebbe che la 18enne fosse in compagnia di un ragazzo. L'ipotesi è ancora al vaglio degli inquirenti: secondo quanto confermato a Fanpage.it, la scarsa qualità dei filmati non ha permesso di identificarlo.

Gli investigatori non vogliono premere il piede sull'acceleratore: non ci sono infatti elementi che facciano pensare che Basma conoscesse il ragazzo ripreso dalle telecamere di videosorveglianza. Il giovane potrebbe essere un passeggero estraneo alla vicenda. 

L'autobus per Padova

Basma potrebbe aver preso l'autobus diretto a Padova per poi salire su un treno. Gli investigatori non sono ancora riusciti a mettersi sulle tracce della 18enne scomparsa. La ragazza potrebbe aver raggiunto la Francia per motivi che sono ancora da accertare. Si ipotizza che l'adolescente si sia allontanata per sfuggire a un matrimonio combinato in Pakistan.

"Basma non indossava mai il velo – spiega una compagna di scuola ai microfoni della trasmissione "Chi l'ha visto?" -. Saliva sull'autobus per andare a scuola con i vestiti occidentali ed era serena. Passava molto tempo al cellulare, questo è vero. Ci incrociavamo durante il viaggio, ma lei era sempre in videochiamata. Non so con chi parlasse. Scendeva tutte le mattine alla fermata di Castelfranco Veneto.

Il matrimonio combinato

Il padre della ragazza ha raccontato di non aver mai organizzato per lei un matrimonio in Pakistan. "Sono tornato nel mio Paese per un'operazione alla schiena, poi sono rimasto lì per i funerali di mia madre" ha spiegato tra le lacrime. "Vogliamo solo che torni a casa, non abbiamo intenzione di costringerla a fare qualcosa che lei non vuole".

Attraversano binari barcollando: due ragazze investite e uccise da un treno a Riccione
Attraversano binari barcollando: due ragazze investite e uccise da un treno a Riccione
Sono due sorelle di 15 e 17 anni le ragazze travolte e uccise da un treno a Riccione
Sono due sorelle di 15 e 17 anni le ragazze travolte e uccise da un treno a Riccione
Aggressione Soverato, l'avvocato di Beauty:
Aggressione Soverato, l'avvocato di Beauty: "Quattro ore in caserma per ricostruire l'accaduto"
2.438.699 di Francesca Lagatta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni