Fonte: Polizia di Stato su Facebook (Foto: Giannetti).
in foto: Fonte: Polizia di Stato su Facebook (Foto: Giannetti).

E' stata aperta alle cinque del pomeriggio di oggi, martedì 15 ottobre, la camera ardente per l'ultimo saluto a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i due agenti di polizia uccisi lo scorso 4 ottobre nel corso della sparatoria alla Questura di Trieste. Archiviate le autopsie, le salme dei due poliziotti sono state restituite alle famiglie. Grande commozione all'arrivo delle due bare, che sono poi state sistemate nell'atrio della Questura per permettere a colleghi e cittadini di rendere omaggio alla coppia di agenti. All'interno del famedio per fare spazio ai due feretri sono stati spostati tutti i fiori e le piante che dal giorno dopo la tragedia e, fino a questa mattina, sono stati portati dai tantissimi curiosi. Anche i disegni colorati lasciati dai bambini sono stati raggruppati e affissi nell'atrio dell'edificio, di fronte al famedio, ai cui lati restano accese solo poche candele.

Trieste, la commozione dei colleghi degli agenti uccisi

Tra i momenti più toccanti che hanno seguito l'apertura della camera ardente dei due poliziotti uccisi a Trieste c'è stato l'abbraccio dei colleghi della squadra volanti, che si sono lasciati andare ad un lungo pianto, stretti gli uni agli altri. Presenti tra le oltre mille persone che hanno partecipato, anche il sindaco, Roberto Dipiazza e il prefetto Valerio Valenti. "In 18 anni che faccio il sindaco – ha detto il primo cittadino – non mi era mia successo, è incredibile come la città si sia unita nel dolore. Una grande emozione".

Agenti uccisi a Trieste, le immagini della camera ardente

Una folla di agenti di polizia, comuni cittadini ed esponenti delle istituzioni si sono ritrovati questo pomeriggio alla Questura di Trieste per dare l'ultimo saluto a Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. La camera ardente rimarrà aperta fino a domani mattina, quando saranno celebrati i funerali in forma solenne nella chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo. Prima dell'arrivo delle salme nell'atrio della Questura, il capo della Polizia, Franco Gabrielli, ha incontrato le famiglie dei due giovani poliziotti.

Domani i funerali solenni dei poliziotti a Trieste

Dopo la chiusura della Camera ardente, le due salme degli agenti Rotta e Demenego saranno trasferite domani, mercoledì 16 ottobre, nella chiesa di Sant'Antonio Taumaturgo, dove saranno celebrati i funerali solenni dal vescovo della città giuliana. Sono attesi alle esequie il presidente della Camera, Roberto Fico, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e i ministri dell'Interno e dello Sviluppo economico, Luciana Lamorgese e Stefano Patuanelli. Il Comune di ha previsto una specifica ordinanza per regolare la viabilità nella zona con chiusure e divieti al traffico veicolare. Il provvedimento prevede, fra l'altro, la chiusura al traffico dalle ore 9 alle ore 13 di domani 16 ottobre e fino a cessate esigenze lungo via del Teatro Romano – largo Riborgo – via San Spiridione – piazza Sant'Antonio Nuovo. Dalle ore 7 di domani, e comunque fino a cessate necessità, sarà istituito il divieto di sosta e fermata con rimozione per tutti i veicoli laddove non già esistente in piazza Piccola, (tutta), in via della Muda Vecchia, (ambo i lati), in largo Granatieri (tutto) nonché in via Malcanton, nel tratto compreso tra l'intersezione con largo Granatieri e l'intersezione con via del Teatro Romano (ambo i lati). Al termine della celebrazione, i due feretri partiranno alla volta delle città d'origine dei due poliziotti: a Velletri il funerale di Matteo Demenego è in programma giovedì 17 ottobre alle 11 presso la cattedrale di San Clemente, mentre venerdì 18 ottobre, nella chiesa Sacra Famiglia di Lago Patria (Giugliano, Napoli), ci saranno i funerali di Pierluigi Rotta.