Quando intorno alle 3 della notte tra sabato e domenica non ha visto rientrare il figlio è salita in macchina, ha messo in moto e colta dal presentimento che potesse essergli successo qualcosa di grave è andata a controllare. Sono bastati pochi minuti per scoprire che il suo "sesto senso" aveva ragione: la mamma di Andrea Pasini è infatti arrivata in via Pilastrino, a Bagnara di Romagna, in provincia di Ravenna, e ha notato i lampeggianti di un'ambulanza e dei soccorritori intenti a tentare di rianimare un giovane accanto alle lamiere accartocciate di un'auto. Quella persona era proprio suo figlio, ormai senza vita. I medici, infatti, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Poco dopo, come racconta Il Resto Del Carlino, sul posto è arrivato anche il padre del ragazzo ma la voce della tragedia non ha tardato ad arrivare anche al sindaco di Bagnara, Riccardo Francone, anche lui molto scosso per l’accaduto. "Andrea aveva tanti amici a Bagnara ed era spesso qui. Aveva frequentato l’istituto professionale alberghiero ’Pellegrino Artusi’ a Riolo Terme – racconta il primo cittadino – e proprio i questi suoi studi lo avevano portato a collaborare con il Popoli Pop Cult Festival, la partecipata festa dei popoli di Bagnara. In particolare, Andrea aveva dato una mano allo stand gastronomico del Brasile e tutti lo ricordiamo con grande piacere. Era un ragazzo molto volenteroso del quale anche Ivete Souza, che è la responsabile dello stand del Brasile alla festa dei popoli, ricordo che mi ha parlato dicendo che conserva un buon ricordo di lui. Il lavoro di Andrea è stato utilissimo a supportare l’attività dello stand e per la buona riuscita della manifestazione".

Andrea Pasini, 22 anni, è morto dopo essere finito fuori strada con la sua auto a Bagnara di Romagna nelle vicinanze di una semi curva ed aver sfondato la recinzione di ferro di un'azienda. L'impatto è stato talmente violento che la macchina si è rovesciata e lui è stato sbalzato fuori dall'abitacolo.