Ancora gravi le condizioni di Alberto Musy, vittima di un agguato

Il capogruppo dell'Udc al Consiglio comunale di Torino, Alberto Musy, è in coma farmacologico. L'uomo, 44 anni, è stato vittima di un attentato avvenuto questa mattina a Torino, nell'androne del suo palazzo, situato in via Barbaroux. Erano le 8.30 del mattino, Musy aveva accompagnato le figlie a scuola e stava rientrando in casa. Ad attenderlo nell'androne, un uomo con un casco bianco in testa con cui aveva avuto un breve litigio. Pochi attimi dopo, l'uomo aveva esploso cinque colpi di pistola, colpendo Musy al braccio destro, alla spalla sinistra, al torace e alla testa. Prima di perdere i sensi, la vittima aveva riferito alla moglie: "Mi hanno seguito". Subito dopo, un'ambulanza aveva trasportato Musy all'ospedale Molinette.

Intervento riuscito, ma le condizioni restano gravi – Secondo l'ultimo bollettino medico, risalente alle 17.45, Alberto Musy è ancora in coma farmcologico. Le sue condizioni restano gravi, nonostante un intervento neurochirurgico per la rimozione dell'ematoma cerebrale e di un proeittile alla scatola cranica sia tecnicamente riuscito. Per i medici, le prossime 48 ore "saranno determinanti per capire l'evolversi della situazione". Non vi sono ancora notizie, invece, dell'autore dell'attentato. La prima ricostruzione degli inquirenti spiega che il killer si sarebbe fatto aprire il portone da una vicina di Musy, fingendo di dover consegnare un pacco.

Solidarietà per l'agguato – Gli inquirenti escludono ancora la pista di un attentato terroristico. Al contrario, tale ipotesi non avrebbe alcuna rilevanza rispetto a tutti gli altri moventi possibili. Numerosi gli esponenti del mondo della politica che si sono stretti intorno alla famiglia Musy. In primis, il sindaco di Torino, Piero Fassino, accorso in ospedale subito dopo aver appreso la notizia. In queste ore è atteso anche il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini. Il ministro dell'Interno Cancellieri ha convocato un comitato per l'ordine e la sicurezza. Avvocato e docente universitario di diritto privato all'Università del Piemonte orientale, Alberto Musy è il capogruppo per il Terzo Polo nel consiglio comunale del capoluogo piemontese. Lo scorso anno è stato candidato del Terzo Polo alla poltrona di sindaco di Torino.