Nuova e pesante ondata di maltempo in arrivo sull'Italia. Secondo le previsioni meteo, nelle prossime ore sono attesi nubifragi e temporali di forte intensità, con rischi di frane e allegamenti in alcuni territori, soprattutto al Nord della Penisola, dove la Protezione civile ha diramato allerta meteo. Attenzione massima soprattutto in Liguria, dove sono attesi rovesci temporaleschi accompagnati da grandine e raffiche di vento, che possono anche arrivare a toccare i 100 chilometri orari, in particolare sui territori compresi tra le province di Savona e Genova. Ma anche altrove resta l'emergenza: in totale sono cinque le regioni in cui la situazione sarà più critica. Si attende anche la decisione dei comuni interessati dalla pioggia sulla chiusura delle scuole per la giornata di domani, sabato 23 novembre.

Maltempo, allerta meteo rossa in Liguria

Dunque, la situazione peggiore sarà in Liguria, dove la Protezione civile ha diramato allerta rossa, il livello più alto. Come sottolinea proprio la Protezione civile sul proprio sito ufficiale, "le precipitazioni saranno accompagnate da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Si segnalano, infine, dalle prime ore di domani venti di burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca forte, sulla Liguria, in estensione alle zone costiere di Toscana e Lazio, con possibili mareggiate lungo le coste esposte". Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha lanciato un invito ai cittadini "ad avere grande prudenza domani negli spostamenti. Dalla mezzanotte di oggi sulla Liguria passerà una perturbazione che i nostri meteorologi definiscono molto importante, su un territorio su cui sono caduti 1.200 millimetri di pioggia negli ultimi venti giorni. Il nostro territorio è molto impregnato, i bacini dei fiumi reagiranno evidentemente di conseguenza, lo stillicidio di frane in corso significano che il nostro è un territorio fragile, da cui ci dobbiamo aspettare reazioni irruente".

Allerta meteo arancione e gialla: l'elenco delle regioni più a rischio

Ma l'allerta meteo domani, sabato 23 novembre, c'è anche in altre regioni, anche se di livello leggermente inferiore rispetto alla Liguria. La protezione civile infatti, sulla base dei fenomeni previsti ha valutato "allerta arancione su gran parte del Piemonte, dell'Emilia Romagna, sull'area meridionale del Veneto e su parte della Liguria. Valutata, infine, allerta gialla su Trentino Alto Adige, Valle D’Aosta, Lazio, Umbria, Sicilia, su parte di Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Abruzzo, Calabria e sui restanti settori di Piemonte, Veneto, Liguria ed Emilia-Romagna". In arrivo anche sulle Alpi copiose nevicate a quote inizialmente superiori a 800/1000m ma con limite neve in rialzo anche oltre i 1500m in serata. Occhi puntati anche su Venezia, dove potrebbero tornare mareggiate e acqua alta nel corso del weekend.