205 CONDIVISIONI
11 Novembre 2022
07:46

Allarme terrorismo su volo Emirates Atene-New York: cosa è successo sui cieli italiani ieri notte

Cosa è successo ieri quando è scattato un allarme terrorismo a bordo di un volo della Emirates da Atene a New York che ha gettato nel panico mezza Europa: rientrato nella capitale Greca, è stato scortato da due caccia F-16 delle forze aeronautiche del Paese ellenico ma si è trattato di un falso allarme.
A cura di Ida Artiaco
205 CONDIVISIONI

Sono state ore di apprensione quelle vissute ieri sera in mezza Europa, Italia inclusa, a seguito di un allarme terrorismo, poi rivelatosi falso, lanciato da un aereo Emirates in volo da Atene a New York. Che ha costretto la Francia a chiudere il proprio spazio aereo e a far attivare i protocolli di sicurezza in gran parte del Vecchio Continente. Cerchiamo ora di ricostruire quanto successo.

Il Boeing 777, volo EK209 da Atene a New York, con a bordo 228 passeggeri, oltre a 18 membri dell'equipaggio, era partito ieri alle 18.20 dalla Capitale greca e ha seguito la rotta prevista attraversando la Calabria fino a raggiungere la Sardegna. Una volta arrivato sull'isola è accaduto qualcosa, sono scattati i protocolli di sicurezza in mezza Europa dopo un allarme per dirottamento, il che ha obbligato il velivolo a compiere una serie di giri circolari sopra Alghero.

Il Corriere della Sera, citando alcune fonti, ha spiegato che l'areo si trovava nello spazio aereo italiano quando il Centro di controllo d’area di Brindisi — che confina con quello greco — ha ricevuto dai colleghi di Atene l’allarme terrorismo. I controllori italiani hanno avvertito a loro volta i francesi, dal momento che il velivolo si stava dirigendo verso la Corsica. Ma a quel punto il Centro di controllo d’area responsabile, quello di Marsiglia, ha disposto il divieto a proseguire verso di loro.

Per tutto il tempo che è rimasto nello spazio aereo italiano, il velivolo è stato monitorato e i piloti non hanno chiesto alle autorità italiane di poter atterrare. Il Boeing ha poi fatto retromarcia ed è tornato ad Atene, dove è atterrato in serata, precisamente alle 21.07 ora italiana, le 22.10 locali.

Durante il rientro sopra il mare, così da evitare centri abitati, il jet è stato affiancato da due caccia F-16 delle forze aeronautiche del Paese. Solo tre ore dopo l'allarme, le autorità elleniche spiegato che si era trattato di un falso allarme. Per altro, dalla cabina di pilotaggio non è stato lanciato alcun allarme. Non solo. I piloti non hanno nemmeno fatto ricorso all’inserimento dei codici di allarme nel sistema di comunicazione, in questo caso il codice "7500" (cioè atti illegali a bordo).

Tutto sarebbe partito, come riferisce Nbc New York da una telefonata anonima ai funzionari della sicurezza Usa che sarebbe stata subito etichettata come "non credibile" ma per precauzione è stata avvertita l'Intelligence greca che ha deciso di controllare i passeggeri dei due voli Emirates previsti in decollo: uno per Dubai, che non era ancora partito e per questo i passeggeri sono stati controllati a terra, e l’altro per New York, che era già in volo. Una volta rientrato, nessuno di coloro che era a bordo è stato considerato sospetto, nemmeno un uomo che è stato "fermato per approfondimenti". L'aereo ripartirà oggi in giornata.

205 CONDIVISIONI
"C'è una donna che urla". Poliziotti sorpresi a fare sesso in auto fuori la caserma
Alunna in ipotermia, la mamma: “Mia figlia batteva i denti e tremava. Nessuno ha chiamato i soccorsi”
Alunna in ipotermia, la mamma: “Mia figlia batteva i denti e tremava. Nessuno ha chiamato i soccorsi”
Maltempo in Italia, oggi allerta meteo in 5 regioni: temperature in lieve aumento
Maltempo in Italia, oggi allerta meteo in 5 regioni: temperature in lieve aumento
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni