Non ce l’ha fatta Alice, la ragazzina di 17 anni vittima di un terribile incidente stradale durante il quale era stata investita mentre attraversava le strisce pedonali a Foggia nell’ottobre dello scorso anno. La giovane è morta nelle scorse ore dopo quattro mesi di calvario in ospedale durante i quali è stata sottoposta anche a diversi interventi chirurgici che però purtroppo non sono serviti a salvarle la vita. A darne notizia è stata la madre Teresa che per tutto questo tempo le è sta vicina e ha sperato fino all’Ultimo che potesse riprendersi così come tutti i parenti e gli amici.

"Alice è volata in cielo", così la madre della 17enne ha annunciato la prematura scomparsa della ragazza investita da un’auto lo scorso 13 ottobre mentre attraversava la strada su viale I Maggio a Foggia. Alice ha esalato l’ultimo respiro in un letto di ospedale, al Policlinico Riuniti di Foggia, dove era ricoverata da quel maledetto giorno. Fin dal primo momento, quando era stata soccorsa e trasportata in ospedale, era stato chiaro che le sue condizioni di salute erano gravissime ma i medici hanno cercato in tutti i modi di salvarla.

Alice aveva subito un violentissimo colpo alla testa ed era entrata subito in coma. Sedici giorni dopo tutti avevano sperato quando si era risvegliata ma la gioia era durata poco perché le sue condizioni avevano spinto i medici a sedarla con un coma indotto. Da allora ha subito una decina di interventi chirurgici alla testa. La madre aveva cercato in tutti i modi una soluzione medica e aveva lanciato per questo anche una raccolta fondi per trasportarla presso un altro ospedale disponibile. Un appello a cui molti avevano aderito donando quello che potevano ma purtroppo neanche questo è servito. La situazione è precipitata all’improvviso dopo l'ennesimo intervento, Alice è morta ieri sera tra lo strazio di tutto quelli che avevano sperato per le. I soldi della raccolta fondi saranno ora versati sulla piattaforma GoFundMe, a favore di chi ne ha bisogno.