Cosa regalare a Natale ad un cane abbandonato, tanto amore ma anche un maglioncino fatto su misura per difendersi dal freddo invernale. È l’idea di un canile e rifugio per animali abruzzese che sorge nel cuore del comune di Castelbasso, in provincia di Teramo, il'Asilo albergo per cani Albani Maria. Anima dell’impresa però è una volontaria del centro, Gaia Di Michele, che, dopo una vicenda personale proprio col suo amico a quattro zampe, ha deciso di impegnarsi per gli altri animali dando il via all’iniziativa. La ragazza ha deciso che in questo periodo prenatalizio passerà le sue serate a cucire maglioncini ai cani del rifugio  A sostenerla però è l’aiuto fondamentale di due collaboratori di eccezione: i sui nonni di 76 e 82 anni.

"Riusciamo a realizzarne una decina a settimana, i cani ospitati nella struttura però sono 600, spero di cucirne almeno la metà” ha spiegato la giovane 22enne a Tgcom. Per questo l’impegno è di accontentare almeno i cani più anziani che avranno bisogno di cambi se si sporcano o si bagnano".  L’idea è nata quasi per caso quando la cagnolina della giovane, che oltre essere una volontari e anche addestratrice cinofila, si è ammalata. Lei ha deciso di comprarle un maglioncino, poi ha pensato che lo stesso sarebbe servito agli altri cani e ha coinvolti i nonni. Per raggiungere lo scopo ovviamente serve materiale e, dopo aver raccolto coperte e vecchi maglioni in zona, ora dal canile hanno deciso di lanciare un appello a chiunque possa donare vecchi maglioni usati. “I nostri amici staranno ancora di più al caldo ma sono molti e abbiamo bisogno di vecchi maglioni in pile o altro materiale caldo… Ci organizziamo noi per venirli a ritirare” scrivono dal rifugio.