2.401 CONDIVISIONI
Incidente Funivia Stresa-Mottarone
27 Maggio 2021
13:48

A Diamante l’addio a Serena Cosentino, morta nella tragedia della funivia di Stresa-Mottarone

Serena Cosentino, una delle 14 vittime della funivia Stresa-Mottarone, riceve oggi l’ultimo abbraccio di Diamante, il suo paese d’origine in Calabria, per i funerali nella Chiesa Gesù Buon Pastore. La giovane ricercatrice da qualche tempo si era trasferita a Verbania: domenica si trovava col fidanzato Hesam Shahisavandi sul Lago Maggiore.
A cura di Susanna Picone
2.401 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Incidente Funivia Stresa-Mottarone

È il giorno dell’addio a Diamante, in Calabria, di Serena Cosentino, una delle quattordici vittime della tragedia della funivia Stresa-Mottarone. Serena, ventisettenne originaria della cittadina cosentina, da qualche tempo viveva a Verbania, dove aveva vinto un concorso come borsista di ricerca al Cnr Istituto di Ricerca sulle Acque. Il giorno del drammatico incidente sul lago Maggiore si trovava insieme al fidanzato Mohammadreza Shahaisavandi, trentatreenne iraniano che viveva a Roma. Il giovane – la sua salma sarà restituita ai familiari in Iran – aveva raggiunto la fidanzata per trascorrere una giornata di relax insieme. L'ultima foto inviata da Serena alla mamma la ritrae felice e sorridente, poco prima di salire sulla funivia. La coppia era pronta per una giornata in spensieratezza.

I funerali di Serena Cosentino a Diamante

La salma di Serena è arrivata puntuale intorno alle 13 a Diamante, nella Chiesa Gesù Buon Pastore, dove ad aspettarla c'erano tantissime persone che hanno accompagnato l'ingresso in chiesa del feretro con un lungo applauso. Il parroco ha chiesto ai tanti presenti di lasciare un momento solo per i familiari di Serena in chiesa, poi alle 16 – anche in rispetto delle norme anti-Covid – una diretta Facebook per poter permettere a quante più persone di partecipare ai funerali. "I genitori di Serena sono entrambi distrutti dal dolore, così come il fratello e le sorelle. Non ci sono parole per descrivere lo strazio", le parole di don Eugenio Hounglonou, parroco della Chiesa Gesù Buon Pastore. "La famiglia Cosentino è molto cattolica – aveva aggiunto – sono persone di chiesa e solo la fede potrà alleviare questo momento tragico. Il papà di Serena cerca di stare vicino alla moglie e ai figli, ma anche lui è profondamente provato. Non c'è una spiegazione razionale, Serena e Hesam stavano bene, dunque è più difficile comprendere questa disgrazia. La madre era serena nel sapere la figlia tranquilla a godersi una giornata libera e questo ha reso tutto ancora più incomprensibile". All'arrivo della salma di Serena in chiesa la madre si è inginocchiata lasciandosi andare a un pianto dirotto, sono dovuti intervenire i paramedici per sedarla.

Lutto cittadino a Diamante per Serena

Per la giornata di oggi il sindaco di Diamante ha proclamato il lutto cittadino dalle 12 fino alle 18 del pomeriggio. Il Comune ha lavorato affinché la cerimonia funebre possa svolgersi osservando tutte le norme di sicurezza dettate dalla pandemia. Intanto lunedì anche Verbania ha reso omaggio alla giovane ricercatrice calabrese illuminando con il tricolore la sede del Cnr di Pallanza.

2.401 CONDIVISIONI
90 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni