Il governo Lega – Movimento 5 Stelle riscuote ampio consenso. È quanto emerge da un'indagine condotta dall'istituto demoscopico Demopolis, diretto da Pietro Vento. Secondo quanto dichiarato dagli elettori intervistati, il 61% degli italiani si dichiara favorevole alla nascita del nuovo governo di Lega e Movimento 5 Stelle. "Quasi un italiano su due valuta positivamente il contratto sottoscritto nei giorni scorsi dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega per il Governo del Paese; di parere differente è il 37%, mentre 15 cittadini su 100 non esprimono un’opinione in merito", spiega la nota di Demopolis.

Stando alle rilevazioni, gli italiani sembrano condividere nei contenuti il programma stilato dalle due forze politiche: il 35% ritiene il programma del tutto condivisibile ed attuabile; una percentuale superiore – il 38% – lo apprezza ma lo considera non del tutto realizzabile sul piano economico. Poco più di un intervistato su quattro non lo condivide affatto. "Prescindendo dalle specifiche valutazioni tematiche un’ampia maggioranza di cittadini vuol vedere all’opera le due forze politiche uscite vincitrici nel voto del 4 marzo: il 61% degli italiani si dichiara favorevole alla nascita del Governo Movimento 5 Stelle–Lega; contrario è il 39%”, spiega il direttore di Demopolis, Pietro Vento. Infine, analizzando le posizioni in base all’orientamento politico degli intervistati, la percentuale di quanti guardano favorevolmente all’avvio del nuovo Governo supera l’80% tra gli elettori di dei partiti guidati da Di Maio e Salvini, ma si riduce al 35% tra quanti hanno votato in modo differente alle Politiche.

Per quanto riguarda, invece, il peso dei partiti politici a più di due mesi dalle elezioni politiche, il Movimento 5 Stelle risulta stabile al 32,5%, la Lega – in crescita – si attesta invece al 24%. "In difficoltà appaiono quasi tutti gli altri partiti, con il PD in ulteriore calo al 17% e Forza Italia all’11%. La somma dei consensi elettorali a 5 Stelle e Lega, nel momento in cui si apprestano a formare il nuovo Governo, supera il 56%", conclude Vento.