Irma riprende potenza. E in Florida la gente fugge dalle proprie case.

L'allerta per il tornado è stata estesa, e ora interessa anche il nord della Florida, dove dovrebbe arrivare nella giornata di domenica. Anche i governatori di Alabama e Virginia hanno proclamato lo stato d'emergenza. La perturbazione, che ha raggiunto Cuba, si trova ora a 485 chilometri da Miami, e viaggia a circa 20 chilometri l'ora in direzione Ovest. La Florida Power & Light Company (FPL), uno dei principali fornitori di elettricità della nazione, prevede che almeno 4,1 milioni di clienti perderanno la luce a causa dell'uragano.

Le autorità cubane hanno evacuato migliaia di persone dalle loro case per metterle al riparo in rifugi allestiti nelle scuole chiuse.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il governatore della Florida Rick Scott hanno invitato i residenti a dare ascolto agli ordini di evacuazione. "Questa è una tempesta con un potenziale distruttivo assolutamente storico", ha detto Trump, chiedendo a chiunque si trova nella zona interessata dal passaggio dell'uragano di "essere vigili e di tenere conto di tutte le raccomandazioni dei funzionari governativi e delle forze dell'ordine". "Nulla è più importante della sicurezza e della salvezza della nostra gente", ha detto. "Il tempo sta scadendo. Se siete in una zona di evacuazione dovete andare adesso. Questa è¨ una tempesta catastrofica come il vostro Stato non ha mai visto", ha dichiarato il governatore Scott.

Per il sindaco di Miami-Dade, Carlos Gimenez, si tratta della più grande evacuazione nella storia del Paese, che riguarda circa 660.000 persone. "Non si scherza", hanno ripetuto la protezione civile, i sindaci e il governatore: "in gioco c'è la vita di tantissime persone".

L'unica notizia positiva riguarda invece l'altro uragano in arriva sulle Americhe, Katia, che sta attraversando il Messico, e che sembra essersi indebolito: è stato declassato a tempesta tropicale con venti che soffiano a 72 chilometri l'ora.


L’uragano Irma arriva in Florida e fa già 3 vittime: l’annuncio dei media.

L'uragano Irma arriva in Florida e fa già 3 vittime: l'annuncio dei media

L'uragano Irma è arrivato in Florida e ha fatto già tre vittime. Lo riferiscono i media statunitensi, citando come fonte le autorità locali. Un uomo è deceduto nella contea di Monroe, che comprende Key West, dopo aver perso il controllo del furgone mentre stava trasportando un generatore, mentre altri due persone sono rimaste vittime di un incidente stradale nella contea di Hardee. Poco dopo il passaggio della tempesta sullo Stato, inoltre, sono più di mezzo milione le persone rimaste senza elettricità. Intanto le propaggini della tempesta stanno già flagellando Miami dove si registrano inondazioni. "Si tratta di una situazione estremamente pericolosa e mortale", ha ribadito il centro meteo di Key West, chiedendo a chi non ha evacuato la propria casa di mettersi al riparo "adesso per salvare la propria vita".


L’uragano Irma sta arrivando in Florida. Trump: “Andate via, che Dio vi benedica”

L'uragano Irma sta arrivando in Florida. Trump: "Andate via, che Dio vi benedica"

Dopo aver lasciato Cuba, dove si è verificato un maxi black-out che ha lasciato al buio l'Avena, l'uragano Irma si dirige verso la Florida, nel Sud degli Stati Uniti, dove già un milione di persone, secondo le tv locali, ha abbandonato le proprie abitazioni. Sull'emergenza è intervenuto anche il presidente Donald Trump, che su Twitter ha lanciato un appello ai cittadini di Miami e dintorni: "Andate via senza preoccuparvi delle cose materiali, gli oggetti si possono rimpiazzare ma le vite no". E alcune ore dopo, ha rincarato la dose: "Qui arriva Irma. Dio benedica tutti".

Proprio a Miami Beach è scattato nelle scorse ore il coprifuoco che resterà in vigore per tutta la notte e fino alle 8 del mattino, ma potrà essere esteso fino alle 11 se le condizioni lo richiederanno. Intanto, oltre 300mila tra residenze e aziende sono senza elettricità nello Stato a causa dei venti periferici dell'uragano Irma, che si è di nuovo rafforzato a categoria 4, con venti fino a 210 chilometri orari, dopo che nelle scorse ore era stato declassato a categoria 3.


Irma verso Miami, il governatore della Florida: “Andate via, non si sopravvive”

Irma verso Miami, il governatore della Florida: "Andate via, non si sopravvive"

L'uragano Irma continua a terrorizzare l'America. In queste ore la perturbazione che solo pochi giorni fa ha distrutto i Caraibi si sta dirigendo verso Miami e la Florida e le autorità, preoccupate dalla potenza distruttiva dell'uragano, stanno spingendo i residenti a evacuare il prima possibile. "Non si sopravvive a questa tempesta. È una situazione potenzialmente mortale. Evacuate ora, non tra un'ora o stanotte. Andatevene ora", ha dichiarato il governatore della Florida, Rick Scott, in conferenza stampa. Nel sottolineare lo stato di emergenza, il governatore ha comunque ribadito che la Florida "è resistente, è infrangibile. Stiamo uniti ed aiutiamoci".

Secondo gli esperti consultati da Bloomberg, il conto finale dei danni dall'uragano Irma potrebbe arrivare potenzialmente a 200 miliardi di dollari, superiore quindi all'uragano Katrina che colpì New Orleans nel 2005.

"L'uragano Irma è di proporzioni epiche, forse maggiore di quanto abbiamo mai visto. Mettetevi in salvo e via dal suo percorso, se possibile. La Guardia federale è pronta!", ha twittato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump.


Florida, evacuazione per 5,6 milioni di persone.

Florida, evacuazione per 5,6 milioni di persone

L'uragano è nuovamente sceso di forza tornando a categoria 4 dopo aver investito Cuba con venti di categoria 5. Domenica toccherà le coste della Florida. Intanto l'allerta è stata estesa, e ora riguarda anche il nord del "Sunshine state" e non soltanto in sud dove si era fino ad ora concentrato l'allarme: ordinata l'evacuazione di 5,6 milioni di persone. Anche i governatori di Alabama e Virginia, dove Irma dovrebbe arrivare dopo aver attraversato la Florida, hanno proclamato lo stato d'emergenza.