A partire da oggi 16 gennaio c’è la possibilità di procedere all’iscrizione online per il prossimo anno scolastico 2017-2018. C'è tempo fino alle ore 20 del 6 febbraio per inoltrare le domande sul sito www.istruzione.it/iscrizionionline. Le iscrizioni online riguardano le classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado. Sono obbligatorie, si legge sul sito del Miur, per le scuole statali e facoltative per le paritarie. Inoltre riguardano i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali delle regioni che hanno aderito alla procedura: Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia e Veneto. Da lunedì scorso, 9 gennaio, per le famiglie è stato possibile registrarsi al portale e ottenere le credenziali da utilizzare al momento dell’iscrizione. La novità di quest'anno è che chi ha già un'identità digitale Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà utilizzare quelle credenziali per accedere al portale delle iscrizioni senza effettuare prima la registrazione.

Le indicazioni del Miur per la domanda di iscrizione.

La domanda di iscrizione dovrà essere effettuata esclusivamente via internet per tutto il periodo fissato dal Miur. Non c’è fretta in quanto, come ogni anno, non è prevista alcuna precedenza temporale. La procedura cartacea resta valida solo per le scuole dell'infanzia, sempre nel periodo 16 gennaio- 6 febbraio. Per consentire alle famiglie di prendere confidenza con il sistema delle iscrizioni online e per guidarle in tutte le fasi della domanda il Miur ha previsto una mini guida. C’è inoltre una specifica assistenza telefonica, attiva dal 9 gennaio alle ore 9.00. Per procedere con l'iscrizione va innanzitutto individuata la scuola di interesse. A questo scopo il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione delle famiglie e degli studenti il portale “Scuola in Chiaro” che raccoglie i profili di tutti gli istituti e fornisce informazioni che vanno dall'organizzazione del curricolo, all'organizzazione oraria delle attività didattiche, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (università e mondo del lavoro).

Indicazioni particolari per l'iscrizione a scuola per le famiglie terremotate.

Per le zone terremotate il Ministero dell'Istruzione ha fornito indicazioni particolari. Le famiglie che risiedono nei comuni colpiti dal terremoto in Abruzzo, nel Lazio, nelle Marche e in Umbria potranno indicare nel modulo di domanda più istituti per poi fare la scelta definitiva in un secondo momento, secondo i termini che saranno indicati con una successiva circolare. Le opzioni di scelta sono due se l’iscrizione riguarda la scuola dell’infanzia, tre per le classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado. Per le famiglie terremotate le opzioni indicate non andranno messe in ordine di priorità: i genitori potranno scegliere in un secondo momento la destinazione definitiva, tenendo conto delle proprie situazioni abitative e di lavoro.