Tutti la ricordano come una persona allegra e cordiale che amava stare con gli amici e che adorava moltissimo il suo lavoro di insegnante di lingue straniere. Ma tra lei e la vita purtroppo si era introdotto un male subdolo che l'ha porta alla morte: l'anoressia. L'ormai fragile corpo di Annalisa Tonello, un’insegnante 36enne di Thiene, provincia di Vicenza, non ha retto all'ultima prova e la giovane donna è morta nei giorni scorsi in ospedale. Come racconta Il Giornale di Vicenza, nell'ultimo periodo era arrivata a pesare meno di 30 chilogrammi.

Fatale per la 36ene sarebbe stata un caduta accidentale avvenuta una decina di giorni fa che le avrebbe procurato la frattura di quattro costole con conseguente ricovero ospedaliero. Il suo corpo già molto indebito però non ha retto alle cure e all'ennesima sofferenza e si è spento lunedì scorso. "Era bellissima, alta, e non aveva alcun problema di peso ma aveva voluto iniziare una dieta che l'ha portata a cadere nella trappola dell'anoressia nervosa. I miei genitori ed io non abbiamo mai lasciato nulla di intentato per cercare di curarla, ma lei non voleva accettare di essere malata" ha raccontato  la sorella al quotidiano locale, lanciando un appello: "Chi è malato accetti l’aiuto dei medici".