Sono giorni di apprensione a Bolzano Vicentino, in provincia di Vicenza, dove a un bambino di appena sedici mesi è stata diagnosticata meningite fulminante. Il piccolo è ora ricoverata all'ospedale San Bortolo di Vicenza nel reparto di terapia intensiva pediatrica. Non si tratterebbe di una forma contagiosa di infezione. Stando a quanto rende noto l'edizione di oggi de Il Giornale di Vicenza i primi sintomi si sono manifestati martedì e già mercoledì il piccolo è stato trasportato al San Bortolo, in stato comatoso. Come è comprensibile la notizia ha profondamente scosso la comunità di Bolzano Vicentino e soprattutto i genitori dei bambini che frequentano lo stesso asilo nido, ‘Il Melograno’ di piazzale Oppi. Ma vista la forma non contagiosa e quindi non trasmissibile il Servizio di igiene pubblica dell’Ulss 8 Berica non ha disposto la profilassi.

Cos'è la meningite fulminante

La meningite è un'infiammazione delle meningi, le membrane che circondano e proteggono il cervello e il midollo spinale. La forma fulminante di questa malattia è rara, ma estremamente grave, e può avere conseguenze anche mortali. A determinare un quadro clinico preoccupante è la reazione dell'ospite all'infezione, da cui conseguono, dopo poche ore, edema cerebrale e ipertensione intracranica, associate a un rapido deterioramento delle condizioni di salute generali. La meningite fulminante è generalmente di origine batterica. Si tratta delle forma contratta dall'atleta paralimpica Bebe Vio.