Era quasi la mezzanotte tra sabato e domenica quando una donna romena di 37 anni si è gettata dal Ponte della Libertà di Venezia: a trarla in salvo da morte certa è stato un agente di polizia, che si è tuffato in acqua e l'ha salvata. Poco prima al 113 erano giunte segnalazioni in merito a una donna che, in evidente stato di alterazione psichica, cercava pericolosamente di fermare la corsa delle automobili in transito sul ponte translagunare. Sul posto, a verificare cosa stesse accadendo, si è immediatamente portata una pattuglia, che ha individuato la signora e tentato di portarla al sicuro.

Dopo aver visto gli uomini in divisa la donna si è agitata ancora di più. Ha oltrepassato il muretto di delimitazione della linea ferroviaria e si è messa a correre lungo i binari, inseguita dagli agenti. Poi, improvvisamente, si è gettata in acqua. A quel punto uno dei poliziotti si è tuffato dietro di lei, riuscendo a raggiungerla e a trarla in salvo. La signora, stremata e in stato di ipotermia, è stata trasportata all'ospedale dell'Angelo dove è stata dichiarata fuori pericolo.