Ancora una sparatoria negli Stati Uniti e ancora una volta le conseguenze sono drammatiche: a Benton, in Kentucky, un giovane di 15 anni ha aperto il fuoco contro altri studenti della Marshall County High School.  L'ultimo bilancio fornito dal governatore dello stato, Matt Bevin, parla di due morti e 19 feriti, di cui 14 per colpi d'arma da fuoco. Le vittime sono un ragazzo e una ragazza, entrambi della stessa età del assalitore, che è stato prontamente tratto in arresto. Stando alle prime informazioni diffuse l'adolescente avrebbe premuto il grilletto al momento dell'ingresso di ragazzi e insegnanti nella scuola. Il movente della sparatoria non è stato chiarito.

"Qualcuno sta sparando, qualcuno sta sparando" – si è sentito urlare, poi gli studenti si sono riversati in massa verso la strada, abbattendo anche i cancelli che delimitano la scuola. Poco dopo è scattato il lockdown dell'edificio. Al momento della sparatoria alcuni ragazzi erano già entrati in classe, altri aspettavano l'inizio delle lezioni conversando tra di loro nella caffetteria. Per metterli in salvo, i giovani sono stati evacuati e trasportati in un vicino istituto. L'episodio si è chiuso, ma resta lo shock nella piccola comunità di Benton, di 4500 abitanti, circa 120 miglia a nord ovest di Nashville, in Tennessee.