30 CONDIVISIONI

Il diario segreto di Elisabetta II: re Carlo lo affida all’ex maggiordomo della regina

Negli ultimi 70 anni della sua vita la regina Elisabetta II ha scritto quotidianamente su dei diari segreti. Oggi Carlo III li ha ritrovati e li ha affidati all’ex maggiordomo della sovrana: ecco cosa sta succedendo a corte.
A cura di Valeria Paglionico
30 CONDIVISIONI

La regina Elisabetta II è morta lo scorso settembre ed è stata sostituita da suo figlio Carlo ma, nonostante ciò, continua a essere amatissima in tuto il mondo, tanto che sono moltissimi coloro che non possono fare a meno di dedicarle omaggi e tributi speciali. Oggi si ritorna a parlare di lei e il motivo è molto semplice: il nuovo sovrano ha ritrovato i diari segreti su cui la madre scriveva ogni giorno tutto ciò che le succedeva a corte. Piuttosto che darli in pasto alla stampa, li ha affidati a una persona di fiducia per capire quali pagine possono essere rese note e quali, invece, devono rimanere private.

Chi è l'ex maggiordomo della regina

Non è una novità che la regina Elisabetta II avesse delle abitudini molto particolari, la più "romantica"? Ogni sera prima di andare a dormire si dedicava alla redazione di un diario segreto. Per circa 70 anni lo ha aggiornato quotidianamente, scrivendo per almeno quindici minuti nella sua camera da letto. Il successore Carlo III li ha ritrovati e, considerandoli dei documenti top secret, li ha conservati a una persona di cui sua mamma si fidava moltissimo: il maggiordomo Paul Whybrew, soprannominato "Tall Paul" per la sua altezza, colui che le aveva fatto compagnia a Windsor durante il lungo lockdown legato alla pandemia.

Paul Whybrew ai funerali della regina Elisabetta II
Paul Whybrew ai funerali della regina Elisabetta II

Qual è il lavoro di Paul Whybrew

Ora che Elisabetta II non c'è più sarà Tall Paul a studiare le pagine dei suoi diari segreti. Carlo III ha affidato a lui i libri per capire quali sono le parti che possono essere pubblicate negli Archivi nazionali e quali, invece, devono conservate negli archivi del sovrano, rimanendo per sempre riservate. Per svolgere questo delicato lavoro il re gli ha messo a disposizione una tenuta a Windsor dove potrà vivere per tutta la vita. Al momento trascorre circa due giorni a settimana a setacciare i documenti, il tutto con le mani coperte da quanti per non danneggiare le antiche carte. Perché la regina si fidava tanto del maggiordomo? Nel 1982 la salvò da un intruso che si era intrufolato nella sua camera da letto a Buckingham Palace.

30 CONDIVISIONI
Re Carlo III, perché ha indossato il kilt alla veglia funebre per la regina Elisabetta II
Re Carlo III, perché ha indossato il kilt alla veglia funebre per la regina Elisabetta II
Re Carlo
Re Carlo "licenzia" Angela Kelly: la stylist della regina Elisabetta II non è più nello staff reale
L’invito all’incoronazione di re Carlo: il significato dei disegni e l'omaggio a Elisabetta II
L’invito all’incoronazione di re Carlo: il significato dei disegni e l'omaggio a Elisabetta II
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni