687 CONDIVISIONI
Torneo di Wimbledon 2023 di tennis

Sinner imbarazzato dalla domanda su Djokovic fatica a rispondere: ridono tutti a Wimbledon

Jannik Sinner ha regalato uno show a Wimbledon dopo aver vinto il match contro Safiullin e conquistato la semifinale. Due domande lo hanno fatto scatenare.
A cura di Marco Beltrami
687 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Torneo di Wimbledon 2023 di tennis

Jannik Sinner alla fine ce l'ha fatta. Il numero uno del tennis italiano è riuscito a qualificarsi per la prima semifinale di un torneo dello Slam della sua carriera, in quel di Wimbledon. Battuto in 4 set Safiullin, con l'altoatesino che non è caduto nella trappola di una partita contro un avversario sulla carta nettamente inferiore. Una gioia incontenibile per Jannik che nel post-partita ha ritrovato quel sorriso che, solo poche settimane fa, aveva dichiarato di avere smarrito.

Dopo il match dei quarti di Wimbledon, Sinner ha regalato spettacolo anche davanti ai microfoni in campo. Prima di tutto però il talento italiano numero 8 al mondo ha mostrato la sua soddisfazione per il risultato raggiunto: "Cosa dovrei dire, vuol dire tanto per me. Tante ore, tanto lavoro, tanti sacrifici sul campo per questo momento. Vuol dire tanto per me ed è bello condividerlo con voi".

Analizzando la partita poi Sinner è tornato su quel secondo set disgraziato e sul come sia riuscito poi a tirarsi su: "In ogni partita cerco di giocare il mio tennis. Lì ho pensato ‘devo provare a vincere altri due set (ride, ndr)', ero avanti un break nel secondo… E infatti stiamo lavorando sul non sprecare i vantaggi. Con lui ci siamo affrontati in ATP Cup ed era stata una partita complicata sono convinto che farà una buona carriera".

Lo show di Sinner inizia quando l'intervistatore gli ricorda che è il più giovane semifinalista di Wimbledon dal 2007. Un record però destinato a durare poco visto che si affronteranno presto Rune e Alcaraz, entrambi più piccoli di lui. Jannik non ha trattenuto le risate: "Il più giovane? È il momento di cambiare, anche se giocheranno Alcaraz e Rune. Sono ancora giovane ora e sono ancora felice. Lasciatemi almeno per una notte il fatto di essere il più giovane semifinalista".

Un ulteriore spettacolo arriva poco dopo quando gli viene chiesta una preferenza sull'avversario da affrontare in semifinale tra Djokovic e Rublev. Mentre tutti sorridono pensando che la risposta fosse scontata, anche Sinner è sembrato quasi in imbarazzo: prima è scoppiato a ridere e poi non è riuscito quasi a rispondere, abbassando il capo. Alla fine ha ritrovato la serietà, cercando di essere il più equilibrato possibile nonostante le risate del pubblico: "Novak non perde sul centrale da 10 anni, Rublev prova a centrare la prima semifinale della carriera io cercherò di riposare e cercherò di affrontare una delle partite più importanti della carriera.

687 CONDIVISIONI
257 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni