Australian Open
18 Gennaio 2022
14:10

Kyrgios sfrenato agli Australian Open, imita Ronaldo e beve birra da un tifoso: “Siete uno zoo”

A pochi giorni dalla sua guarigione dal Covid, Nick Kyrgios è tornato in campo agli Australian Open regalando uno show totale, anche nell’immediato post-match.
A cura di Marco Beltrami
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Australian Open

Nick Kyrgios is back e lo ha fatto alla sua maniera. Il tennista 26enne all'esordio agli Australian Open è riuscito a trasformare la John Cain Arena in una vera e propria bolgia. L'australiano che non giocava una partita competitiva dagli US Open dello scorso agosto, eccezion fatta per l'apparizione di settembre alla Laver Cup, nella sfida vinta contro il britannico Liam Broady (6-4, 6-4, 6- 3) ha sfoderato tutto il suo repertorio. Colpi a sorpresa, battute, simpatico siparietto con l'avversario che è stato al gioco, e infine show con il pubblico, con scene destinate a diventare virali e a restare di diritto tra quelle più curiose di questo primo Slam stagionale.

Ma partiamo dal match vero e proprio. C'era grande curiosità sul ritorno di Kyrgios nella sua Australia, e le aspettative sono state assolutamente confermate. Pochi giorni dopo la guarigione dal Covid, il giocatore di Canberra si è presentato in campo comunque in una buona condizione fisica, puntando soprattutto su un servizio molto incisivo. Chi pensava che lo stop prolungato avrebbe potuto far cambiare il modo di giocare di Nick o il suo essere imprevedibile è rimasto deluso. Solito repertorio di giocate imprevedibili, tocchi leziosi (ha provato a colpire u, prodezze e battute con il pubblico.

La giocata del match? Il servizio sotto le gambe che ha sorpreso il britannico. Quest'ultimo non si è lasciato irretire dall'avversario, ormai conosciuto nel seeding, e anzi è stato al gioco. Curioso infatti quanto accaduto in occasione di un suo turno di servizio, con il pubblico ormai scatenato e "incendiato" dall'atleta di casa, a chiedergli a più riprese l'"underarm serve". Ecco allora che sorridendo, Broady ha fatto finta di farlo prendendo in giro Kyrgios che si è messo a ridere. Una scena davvero particolare, con i due giocatori che hanno conquistato gli applausi di tutta la John Cain Arena.

Ma il meglio doveva ancora arrivare. Dopo aver trionfato, Kyrgios si è preso la scena nel proverbiale terzo tempo raccogliendo l'ovazione dei suoi connazionali. Questi ultimi a più riprese hanno continuato a produrre un verso, reso celebre da Cristiano Ronaldo nella sua proverbiale esultanza ovvero "Siuuu". Quelli che inizialmente sembravano fischi, in realtà erano un curioso riferimento al calciatore. Una situazione che ha trovato pronto il tennista che in mezzo al campo ha replicato il celebre gesto che la stella ex Juventus attualmente al Manchester United sfodera dopo ogni gol.

Tutto finito qui? Assolutamente no, visto che Kyrgios oltre ai selfie con i tifosi, ha deciso di prendere un sorso di birra da un fan presente a bordo campo. Un atteggiamento imprudente alla luce del suo status di personaggio sportivo sotto i riflettori, nonostante il suo essere recentemente guarito dal Covid e vaccinato con ciclo completo. Una scena questa che avrebbe potuto evitare.

E lo show è proseguito poi nell'intervista in campo, quando Kyrgios ha rivolto un messaggio a tutti i presenti: "Non so cosa ho fatto a questa folla, perché voi ragazzi siete uno zoo adesso. Ragazzi siete fuori controllo. Ma sono semplicemente super felice di essere di nuovo qui… è così divertente. Questo è il mio campo preferito". E poi in merito all'atteggiamento "Ronaldiano" del pubblico, il tennista australiano è stato al gioco: "Sì è solo stupido, c***o, non posso credere che l'abbiano fatto così tanto. Stavano facendo qualcosa per Ronaldo. Ronaldo lo fa ogni volta che segna. È come… pensavo che l'avrebbero fatto per circa 10 minuti. L'hanno fatto per due ore e mezza, come ogni punto".

Inevitabile alla fine anche una battuta sul suo stato di forma, in vista del suo prossimo durissimo impegno contro la testa di serie numero 2 e favoritissimo (dopo l'esclusione di Djokovic) per la vittoria finale Medvedev. Kyrgios ha parlato delle sue condizioni post-Covid: "Quando sono risultato positivo, non è stata una grande notizia a una settimana dall'Australian Open. Avevo dei dubbi, molti messaggi che dicevano che avrei giocato, ma onestamente non potevo chiedere un team migliore. È stata dura, ma ho rispettato isolamento. La mia ragazza era lì e io sono stato abbastanza fortunato da avere un campo da tennis e aver fatto solo alcuni servizi e ovviamente oggi ho servito fottutamente bene”.

164 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni