Il futuro è adesso. Lo spettacolo non è stato per palati sopraffini, ma le emozioni ci sono state. Dominic Thiem ha vinto gli US Open, il tennista austriaco ha sconfitto in cinque set Zverev ed è il primo tennista nato negli ani ’90 a vincere una prova del Grande Slam, e ciò fa capire quanto siano stati dominanti Djokovic, Nadal e Federer, che in realtà potrebbero esserlo ancora ma a questo giro tutti e tre hanno lasciato campo ai delfini, a Zverev e Thiem, che già da tante stagioni sono tra i big del tennis. Thiem è il primo austriaco a vincere uno Slam dopo Thomas Muster (Roland Garros 1995) ed è anche il 150° vincitore di un torneo maschile del Grande Slam.

La finale degli US Open 2020

Dominic Thiem, testa di serie numero due e numero tre del mondo, è favorito su Zverev, numero 7 del mondo, in virtù anche dei 7 match vinti nei 9 confronti diretti. Ma una finale va spesso contro ogni logica, figuriamoci un incontro giocato senza pubblico e che ha in palio, per entrambi, il primo Slam della carriera. L’austriaco sente la pressione in avvio e sembra tramortito. In mezz’ora il tedesco si prende il primo set, con un secco 6-2. Il secondo set è quasi identico. Thiem teso continua a sbagliare con dritto e rovescio, il servizio non esiste. Ma la tensione gioca un brutto scherzo pure a Zverev che manca setpoint in serie fa recuperare Thiem che risale, anche se poi è 6-4 Zverev. Ma quella mini rimonta dà fiducia all’austriaco.

Il numero tre del mondo ha un altro momento in cui barcolla all’inizio del terzo set, ma poi si riprende e quando lo fa cambia marcia, ritrova il servizio e sfrutta qualche pensiero di troppo del suo avversario che forse iniziava a materializzare il successo. Stavolta il 6-4 è per Thiem. Finale veloce, giocata a grandi ritmi, ma poco spettacolare con Zverev che attacca spesso, ma non lo fa sempre con cognizione e troppo spesso viene infilato. Un solo break decide il quarto, vinto da Thiem che sfrutta anche i doppi falli dell’amico e oggi rivale e allunga l’incontro al quinto set.

Thiem batte Zverev al tie-break del 5° set

La sveglia suona per entrambi, non si può sbagliare più. In realtà tutti e due perdono subito il servizio, ma il livello di gioco è ancora alto, si vedono subito un paio di colpi d’autore. Poi entrambi vanno a strappi, la voglia di vincere e la paura di perdere è tantissima. Un paio di perle non bastano a Thiem, Zverev ottiene il break all’ottavo gioco, serve per il match ma perde il servizio, lo perde pure sul 5-5 e manda il numero tre del mondo a servire per il torneo. Thiem però accusa un problema muscolare, chiama il fisioterapista forse aveva ha i crampi, nel momento peggiore in assoluto. Zverev si riporta in parità. Dopo 4 ore e 2 minuti Thiem vince il tie-break del quinto set, 8 punti a 6, e conquista gli US Open.

Chi è Dominic Thiem il vincitore degli US Open 2020

A New York ha disputato la quarta finale Slam della sua carriera. Nato come terraiolo, si è evoluto, è cresciuto tantissimo e oggi è campione Slam. Era stato battuto due volte da Nadal nella finale del Roland Garros e da Djokovic in quella degli Australian Open, ko anche nella finale del Masters. Ora Thiem è il re degli US Open e non vede nemmeno lontanissima la prima posizione mondiale.