Jannik Sinner non smette di stupire. Dopo la netta vittoria contro la testa di serie numero 1 Gael Monfils, il tennista azzurro batte ai quarti di finale Tiafoe 6-4, 3-6, 6-3 (53° giocatore al mondo) in un'ora e 42 minuti di gioco al Torneo Atp 250 "European Open", in corso di svolgimento sui campi indoor in cemento di Anversa. Un vero e proprio exploit quello del classe 2001 che ora sogna l'ingresso tra i primi cento e se la vedrà con il vincente del confronto tra Wawrinka e Simon.

Jannik Sinner batte Tiafoe e vola in seminale ad Anversa

Jannik Sinner conferma la sua eccezionale crescita, in un 2019 da urlo che gli ha permesso di salire dal numero 551  alla top 100 del ranking Atp. Il talento altoatesino nella sfida valida per i quarti di finale del Torneo di Anversa (montepremi di 635.750 euro) ha superato Frances Tiafoe, attuale numero 53 delle classifiche mondiali. Dopo aver vinto il primo set 6-4, Sinner ha ceduto il secondo 6-3, dimostrando carattere e consapevolezza dei propri pezzi nella terza partita conquistata con il punteggio di 6-3. Un'ora e 42 minuti di gioco per conquistare la semifinale, e attendere il vincente di Wawrinka-Simon che vede lo svizzero favorito (Sinner lo ha già incontrato agli US Open, con una sconfitta con l'onore delle armi)

2019 eccezionale per Jannik Sinner che entrerà nei primi 100

Solo applausi dunque per il ragazzo allenato da Riccardo Piatti e Andrea Volpini, che dopo aver battuto Kamil Majchrzak, numero 91 Atp e Gael Monfils, numero 13 Atp e primo favorito del seeding, si è tolto la soddisfazione di sbarazzarsi anche di Tiafoe. Stagione super per Sinner che ha tutte le carte in regola per scrivere pagine importanti di storia del tennis, iniziando dall'ingresso nelle prime 100 posizioni del mondo. Prima di Anversa, Sinner che ha ricevuto una wild card per le Next Gen Atp Finals di Milano a novembre, aveva raggiunto due volte quest'anno – e in carriera – gli ottavi in un torneo Atp: ad aprile a Budapest, partendo dalle qualificazioni (al suo primo torneo nel circuito maggiore), e a luglio ad Umago, oltre a vincere i due challenger di Bergamo e Lexington