Quale compro

Migliori caschi equitazione: le marche da acquistare e come sceglierlo

Il casco, o cap, da equitazione è fondamentale per chiunque pratichi l’equitazione o semplicemente ami andare a cavallo. Sicurezza, omologazione e protezione sono gli aspetti fondamentali da valutare ma anche vestibilità, comfort e ventilazione. In questo articolo vediamo insieme quali sono le marche più apprezzate del settore, come Kep, Tattini, Charles Owen e Kask, i modelli più economici e quelli di fascia alta e come scegliere il miglior cap per stare in sella.
A cura di Quale Compro Team
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Quale compro

Il casco da equitazione, detto anche cap, fa parte dell'equipaggiamento necessario di chi pratica l'equitazione. Va indossato sia durante gli allenamenti che per le competizioni ufficiali, così da poter andare a cavallo in totale sicurezza. Il cap, infatti, protegge la testa del cavallerizzo in caso di cadute o incidenti ed è importante che sia robusto e della giusta misura.

Obbligatorio anche nei maneggi, il casco deve garantire ottima visibilità e mobilità, non deve stringere e deve favorire la ventilazione di testa e nuca. È importante, inoltre, che sia conforme alle normative vigenti nel paese in cui si pratica lo sport – in Europa devono avere la certificazione CE EN1384 e rispettare lo standard VG1 01.040 2014-12.

Per scegliere il migliore tra i caschi da equitazione disponibili in commercio è indispensabile valutare una serie di fattori. In primis, la marca: affidarsi a brand specializzati come Kep Italia, Gpa, Samshield o Kask garantisce qualità e sicurezza ma anche un costo abbastanza importante. In alternativa, esistono marche altrettanto affidabili con prezzi più economici.

Anche misura e taglia sono aspetti importanti ed è possibile optare per cap regolabili. Se il casco sarà utilizzato per le competizione, deve rispettare dei precisi standard estetici, mentre per gli allenamenti, si potrà optare per un cap dai più disparati colori e fantasie. Inoltre, è bene ricordare che il casco va sostituito dopo ogni caduta in quanto, anche se non presenta lesioni visibili, la sua struttura potrebbe essere compromessa e non garantire più la giusta sicurezza.

In questo articolo vediamo insieme quali sono i migliori caschi da equitazione e come scegliere il più adatto.

I migliori cap da equitazione

Partiamo subito con la classifica dei migliori caschi da equitazione, selezionati tenendo in considerazione l'affidabilità del brand, la qualità del prodotto, il rapporto qualità/prezzo e le recensioni degli utenti.

1. Uvex

Tra i migliori cap per rapporto qualità/prezzo c'è il modello Exxential del brand Uvex. Realizzato con tecnica di costruzione in mould, questo casco da equitazione è molto leggero ma, allo stesso tempo, resistente grazie alla copertura in policarbonato infrangibile e allo strato di EPS interno. Ottima ventilazione grazie ai canali d'aria frontali e posteriori, è dotato di un cinturino 3D IAS che permette la regolazione del cap sia in circonferenza che in altezza, per un'ottima vestibilità. Ha un peso di 420 grammi e l'imbottitura interna è removibile e lavabile. In più viene fornito in dotazione anche un sacchetto in tessuto per il trasporto. Dotato di certificazione VG1.

Pro: il miglior casco per rapporto qualità/prezzo, capace di offrite ottima vestibilità e comfort, oltre ad una massima sicurezza.

Contro: la manutenzione dell'imbottitura interna necessita di attenzione nella fase di rimozione per evitare di danneggiare i velcri.

2. Covalliero

Un altro brand che offre cap per l'equitazione con un buon rapporto qualità/prezzo è Covalliero. Il modello Beauty, in particolare, è disegnato appositamente per essere utilizzato dai più piccoli. È dotato di un sistema Disc – System per una regolazione semplice e pratica, anche con un sola mano, della cinghia stringitesta, per una vestibilità perfetta. La calotta esterna è resistente agli urti, decorata con un motivo floreale, ed è dotato di un'imbottitura interna rimovibile. Ottimo anche il sistema di ventilazione che ne migliora il comfort favorendo la circolazione dell'aria. Leggero, con fissaggio a 3 punti, è dotato di certificazione VG1.

Pro: ideale per i bambini e, oltre ad essere perfettamente regolabile sul girotesta, è disponibile in 2 taglie per una migliore vestibilità.

Contro: si tratta di un casco entry level, adatto ai piccoli principianti che vogliono iniziare a sperimentare lo sport dell'equitazione. Riesce in ogni caso a garantire resistenza e sicurezza.

3. Kerbl

Leggero e resistente, il cap di Kerbl è realizzato con una struttura antiurto, dotata di calotta in policarbonato ed un'imbottitura interna in EPS. Le cinghie con sistema di fissaggio a 3 punti, possono essere facilmente regolate grazie ad una pratica rotellina. L'aggiunte degli elementi in carbonio, oltre ad aumentare la capacità di protezione del casco, gli dona un design elegante e moderno. Il sistema di ventilazione garantisce una buona circolazione dell'aria, rendendo il prodotto perfetto da utilizzare anche durante la stagione estiva. Disponibile in due taglie, 52 – 57 cm e 57 – 61 cm, il cap è dotato di certificazione CE ed è omologato allo standard VG1.

Pro: un casco economico ma curato nei dettagli. Leggero, con una buona vestibilità ed un'alta capacità di protezione.

Contro: come per tutti i prodotti di questa fascia di prezzo, ci troviamo di fronte ad un cap perfetto per chi pratica l'equitazione a livello dilettantistico o durante gli allenamenti.

4. Charles Owen

Charles Owen è un brand inglese, particolarmente apprezzato per la vestibilità e la sicurezza dei suoi cap da equitazione. Il modello Sparkly, in particolare, unisce protezione e glamour, rendendo il casco anche un accessorio di stile. È realizzato con una calotta interna in polistirolo ad alta densità mentre l'esterno è ricoperto in microsuede. Sulla parte centrale è presente una decorazione scintillante tono su tono. La calotta ha 4 fori di ventilazione e le cinghie sono realizzate in morbido nylon, regolabili e con 4 punti di ancoraggio. Disponibile in diverse misure, dai 52 ai 61 cm.

Pro: ampia disponibilità di taglie per offrire vestibilità e comfort ottimale. Il design, inoltre, dona un tocco glam al cap.

Contro: si tratta di un prodotto dal costo leggermente più alto rispetto ai modelli precedenti, giustificato però dalla qualità del prodotto e dall'affidabilità del brand.

5. Covalliero Econimo

Tra i cap più venduti online c'è il modello Econimo di Covalliero. Si tratta di un cap molto economico ma che garantisce un buona qualità ed un'ottima sicurezza. Si tratta di un modello leggero ma con calotta rigida e sistema anti-urto. Dotato di sistema disc-system per una facile regolazione della fascia del girotesta, ha un buon sistema di ventilazione che ne migliora il comfort. Ha un rivestimento completamente nero con rifinitura opaca e cinturino con 3 punti di ancoraggio. In dotazione anche una sacca per il trasporto.

Pro: il punto di forza di questo prodotto è il prezzo, molto basso, che non ne compromette la qualità e lo rende un prodotto perfetto per chi non sa ancora quale cap sia il più adatto.

Contro: perfetto per i principianti ed i dilettanti, meno per chi pratica l'equitazione a livello professionale e necessita di un cap in linea con gli standard richiesti per le competizioni.

6. Casco Mistrall

Il modello Mistrall del brand Casco ha un design particolarmente innovativo ed originale, che gli dona quasi un aspetto hi-tech. Realizzato con tecnica inmould, è dotato di un efficace sistema di ventilazione con prese d'aria a ventaglio che garantisce massima areazione all'interno della calotta. Ha un peso di 450 grammi e risulta molto resistente. L'imbottitura interna è facilmente removibile e la rotellina posteriore permette un'ottimale regolazione. Buona vestibilità e ottimo comfort, il cinturino è realizzato con elementi in corda e sottogola morbido. La visiera può essere rimossa ed il casco è dotato di omologazione agli standard VG1. Disponibile nelle misure S, M ed L.

Pro: design originale e ottime prestazioni per un cap di qualità ad un buon prezzo.

Contro: nessun contro si evince dalle recensioni degli utenti.

7. Kep Cromo Smart

Kep è un'azienda italiana tra le più importanti nel settore dei caschi da equitazione. Sinonimo di affidabilità, qualità e sicurezza, i prodotti Kep sono professionali, ideali sia per chi pratica lo sport a livello dilettantistico che per professionisti. Questo cap della linea cromo ha una calotta esterna in ABS ed una protezione interna realizzata con doppio polistirolo. L'ottima ventilazione è garantita dalla griglia frontale che, in base alle proprie esigenze, può essere lasciata aperta o chiusa. L'imbottitura interna è rimovibile e lavabile e la visiera garantisce protezione dalla pioggia e dal sole. I cinturini del sottogola sono realizzati in pelle morbida che, insieme al finish opaco della calotta, donano al cap un design molto elegante. Dotato di tutte le omologazioni e certificazioni di sicurezza, indossato risulta leggero, solido e confortevole.

Pro: indiscussa qualità di un prodotto realizzato da un brand molto conosciuto ed affermate. Ottime prestazioni che si sposano con un design elegante e solido allo stesso tempo.

Contro: il prezzo è decisamente più alto anche se molto più economico rispetto a cap professionali della stessa qualità e sicurezza.

8. Uvex Onyx per bambini

Il modello Onyx del brand Uvex è un elmetto da equitazione per bambini, dalla solida struttura con un design decorativo sulla calotta. Con sistema anti-urto, la parte esterna è realizzata in policarbonato unita ad un'imbottitura interna in EPS, risultando molto leggero una volta indossato e assolutamente resistente. La ventilazione è favorita dai diversi fori presenti sia sulla parte frontale che posteriore del casco. Il sistema di regolazione è molto pratico e veloce, realizzato con il sistema Uvex Las che permette di adattare perfettamente il cap alla circonferenza della testa dei più piccoli. Inoltre, il sistema Fast Adapting, garantisce un'ottimale regolazione anche per l'altezza. Disponibile in diversi colori, nella taglia 49-54 cm.

Pro: si tratta di un modello versatile, che nasce principalmente come casco da equitazione ma può essere utilizzato anche in bici.

Contro: è disponibile in un'unica misura ma l'ampia possibilità di regolazione sia del girotesta che dell'altezza ne permette un facile e perfetta vestibilità.

9. Tattini Cap Pro

Il Cap Pro di Tattini si contraddistingue per il rivestimento in microfibra che copre tutta la superficie esterna della calotta. La ventilazione è favorita dalla griglia frontale e dalle aperture posteriori che garantiscono una buona circolazione dell'aria e un miglior comfort. Il guscio esterno è realizzato in Abs mentre la fodera interna è in Coolmax, con imbottitura removibile e lavabile. Il sottogola è rivestito di materiale morbido all'altezza del mento ed è dotata di chiusura a sgancio rapido. Con certificazione CE, viene fornita in dotazione anche una custodia di protezione in tessuto. Varie misure dai 52 ai 61 cm.

Pro: solido e resistente, il cap garantisce leggerezza e buona protezione.

Contro: non è dotato di regolazione per la circonferenza ma solo per l'altezza ma le misure disponibili riescono a far fronte alle diverse esigenze.

10. Horze

L'ultimo modello che vi proponiamo è del brand Horze. Realizzato con guscio esterno in ABS e imbottitura interna morbida in polistirolo, ha un design molto sportivo con finitura opaca. Solido per garantire la massima protezione, la ventilazione è favorita dalle prese d'aria coperte da una griglia. Il casco è dotato di un buon sistema di regolazione con rotellina posteriore per adattarsi perfettamente alla testa, le cinghie del sottogola hanno un attacco a 3 punti. Testato ed approvato secondo le normative europee, è disponibile in due taglie: s/m e l/xl.

Pro: vestibilità accurata garantita dalle due taglie disponibili e dai sistemi di regolazione posteriore e delle cinghie del sottogola.

Contro: la visiera non è removibile ma può rivelarsi una comoda protezione per gli occhi in caso di pioggia o luce solare troppo intensa.

Come scegliere il casco da equitazione

Dopo aver visto quali sono i migliori cap in commercio, vediamo quali sono i fattori da valutare in fase di acquisto. Per garantire una totale sicurezza, è importante che il casco sia omologato e rispetti le normative vigenti, ma è altrettanto fondamentale che il modello scelto vesta bene, sia confortevole e della giusta taglia.

Materiali

La maggior parte dei cap in commercio sono realizzati con una calotta esterna solida e resistente e di uno strato interno più morbido. I modelli più economici utilizzato soprattutto l'ABS per il guscio esterno mentre nei prodotti di fascia alta, si preferisce il carbonio. Per l'imbottitura interna, invece, quasi sempre si utilizza una schiuma espansa come l'EPS che, in alcuni modelli, può anche essere rimossa per il lavaggio.

Vestibilità e taglia

Un aspetto fondamentale da valutare è la vestibilità del cap e alla sua taglia. Il casco deve aderire bene alla testa ma, allo stesso tempo, non deve impedire i movimenti, dando al cavaliere quasi la sensazione di non indossarlo.

In questo caso, è importante conoscere la misura della circonferenza del proprio girotesta, facilmente misurabile con un metro da sarta. A questo punto, il cavaliere può scegliere tra un casco con girotesta regolabile, oppure uno con girotesta fisso:

  • i cap con girotesta regolabile sono disponibili in diverse misure – S, M ed L, in genere – con un range di regolazione di circa 4 cm. Ad esempio, un modello di taglia S avrà una circonferenza tra i 48 e i 52 cm, permettendo quindi di aumentare o diminuire l'ampiezza del girotesta. Sono modelli consigliati per i bambini e per chi non è certo della taglia pi giusta per se,
  • i caschi con girotesta fisso, invece, non permettono regolazioni e la loro taglia deve combaciare perfettamente con le dimensioni e la forma della testa del cavaliere.

Ventilazione

Fondamentale soprattutto per chi pratica l'equitazione a livello agonistico e, quindi, si allena con una certa intensità, la ventilazione garantisce che la testa non sudi troppo all'interno del caso, migliorandone così anche il comfort. I cap da equitazione possono essere dotati di fori di ventilazione frontali, sulla parte posteriore del casco e sulla nuca: più ampi e numerosi saranno i fori, maggiore sarà la ventilazione all'interno del casco.

Comfort

Il livello di comfort di un cap è dato dall'insieme di una serie di fattori. Dopo aver scelto la taglia giusta e verificato il livello di ventilazione del casco, è importante tenere in considerazione anche che:

  • una volta indossato, il casco deve avvolgere perfettamente la testa, senza lasciare spazi vuoti. Allo stesso tempo non deve stringere, lasciano comunque al cavaliere la possibilità di muovere la testa liberamente,
  • i cinturini, sia del sottogola che del girotesta, devono essere morbidi, non spostarsi durante la cavalcata e senza stringere;
  • nella parte frontale, il casco deve ben coprire la fronte, arrivando almeno a 2,5 cm sopra le sopracciglia.
  • la visiera può essere molto utile in caso di pioggia o per mantenere una buona visibilità con luce solare intensa. Non tutti la amano, quindi valutate se quella del cap scelto è removibile o fissa.

Sicurezza ed omologazioni

Il ruolo principale del casco è quello di proteggere la testa in caso di urti o cadute. La sicurezza e la capacità di protezione sono aspetti indispensabili e vengono garantiti dalla conformità dei caschi alle normative vigenti. Per l'Italia e l'Europa, un cap da equitazione omologato presenta la certificazione CE in riferimento alla normativa VG1 01.040 2014-12. Assicurarsi che il modello scelto presenti tali certificazioni è fondamentale per essere sicuri di indossare un casco sicuro e resistente.

Da non sottovalutare, inoltre, il fatto che il casco deve rispettare le normative vigenti nel paese in cui viene utilizzato: oltre a quelle europee, infatti, esistono anche le certificazioni Americane e Canadesi (con riferimento alla normativa  ASTM F1163/2015) e la britannica IC MARK.

Marca

Brand come Kep Italia, Samshield, Gpa e Kask sono considerati tra i più affidabili nella produzione di articoli per l'equitazione. I loro caschi assicurano qualità e sicurezza. Si tratta di modelli di fascia alta destinati soprattutto a chi pratica questo sport a livello professionale. Charles Owen, Uvex e Tattini, invece, realizzano modelli dall'ottimo rapporto qualità/prezzo, di fascia media, ma in linea con tutte le normative vigenti in materia di sicurezza e qualità.

Prezzo

Il prezzo di questo accessorio da equitazione ha un range molto ampio: si può acquistare un cap a partire da 40/50 euro fino a superare i 1000 euro. La scelta dipende principalmente dall'intensità e dalla tipologia di pratica: i professionisti, che utilizzano il cap anche tutti i giorni, avranno bisogno di modelli specifici e, in molti casi, anche personalizzati per le proprie esigenze; chi invece monta a cavallo per hobby o per passione, può scegliere  modelli di fascia media più economici. Chi pratica l'equitazione come sport ma a livello dilettantistico, può orientarsi su prodotti con un range di prezzo tra i 100 e i 300 euro.

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Fanpage.it, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.
Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com
LA TUA GUIDA PER LO SHOPPING
Cyber Monday 2021: le migliori offerte e gli sconti di oggi su Amazon
Cyber Monday 2021: le migliori offerte e gli sconti di oggi su Amazon
Come costruire un presepe fai da te passo passo
Come costruire un presepe fai da te passo passo
Addobbi natalizi 2021: le tendenze, le mode e le novità per decorare la casa
Addobbi natalizi 2021: le tendenze, le mode e le novità per decorare la casa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni