Quale compro

I migliori pneumatici per auto del 2022: guida all’acquisto

Quali sono i migliori pneumatici per la tua automobile? Ecco consigli su come scegliere gli pneumatici invernali, estivi o 4 stagioni più adatti alle tue esigenze. Tutte le informazioni più utili per trovare le gomme più efficienti in termini di prestazioni su strada, sicurezza alla guida e rapporto qualità/prezzo e l’elenco dei prodotti delle migliori marche in commercio.
A cura di Quale Compro Team
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Quale compro

Quali pneumatici scegliere? Questa la domanda da cui partiamo in questa guida all’acquisto per i migliori pneumatici nella quale ti forniremo tutte le informazioni necessarie per comprare il set di gomme più adatto alle tue esigenze. La scelta degli pneumatici per la propria auto è infatti un momento molto importante per ogni automobilista in quanto optare per il pneumatico giusto è fondamentale per garantire la massima sicurezza alla guida. In questo aspetto l’innovazione ci viene in soccorso. Gli pneumatici moderni, difatti, sono attentamente studiati, sia per forme e dimensioni che per il battistrada, per massimizzarne le prestazioni e l’aderenza sull’asfalto in qualsiasi situazione metereologica. Per fare una scelta consapevole dunque è importante controllare la marcatura, seguendo quanto riportato sul libretto di circolazione della propria auto, e capire se è meglio acquistare pneumatici invernali, estivi o adatti a tutto l’anno (i cosiddetti pneumatici 4 stagioni).

I migliori pneumatici

Dopo questa doverosa premessa per introdurci nell’universo degli pneumatici per auto è arrivato il momento di passare in rassegna le caratteristiche principali dei migliori pneumatici disponibili in commercio e acquistabili anche nei negozi online come Amazon e gli altri portali di e-commerce. Di seguito dunque analizzeremo nel dettaglio i prodotti delle migliori marche per consentirti di scegliere quello più adatto alla tua automobile e alle tue esigenze.

1. Pneumatici Michelin Cross Climate+ XL

Apriamo il nostro elenco con gli pneumatici Michelin Cross Climate+ XL. Si tratta di pneumatici 4 stagioni dalla durata eccellente sia nel periodo estivo che in quello invernale. Il livello di aderenza all’asfalto è molto elevato e, inoltre, i tasselli autobloccanti della ruota rendono la frenata più decisa e sicura. Il battistrada è realizzato con una disposizione a V garantisce un utilizzo ottimale anche sulla neve. Sono disponibili in tantissime misure: dalla 175/65 R15 alla 245/45 R18.

2. Pneumatici estivi Uniroyal RainSport 3

Andiamo adesso a illustrare le principali caratteristiche degli pneumatici estivi Uniroyal RainSport 3. Stiamo parlando di un prodotto resistente alle alte temperature dei periodi più caldi dell’anno. Offre performance sportive ed è perfetto per veicoli sportivi, compresi SUV e auto di grossa cilindrata, ma anche per vetture di piccola cilindrata. È disponibile in tantissime misure: dalla 185/55 R14 alla 295/35 R21.

3. Pneumatici auto Tomket Sport

Proseguiamo con gli pneumatici auto Tomket Sport. In questo caso siamo di fronte ad uno pneumatico estivo di alte prestazioni con battistrada a 4 scanalature centrali che riducono il rischio di aquaplaning. L’ampia larghezza del battistrada lo rende ideale anche per l’uso sportivo in quanto assicura che lo pneumatico non si deformi anche ad alte velocità. Disponibile in varie misure.

4. Pneumatici invernali Michelin Alpin 5 A3

Passiamo ora agli pneumatici invernali Alpin 5 A3 prodotti da Michelin. Qui parliamo di un pneumatico ideato per offrire grande aderenza sul bagnato e una ottima trazione anche sulla neve. I tasselli di gomma autobloccanti con lamelle in 3D e l’helio compound 4G contenente olio di girasole migliorano le prestazioni di frenata e ottimizzano il funzionamento dello pneumatico anche a basse temperature. Sono disponibili in tantissime misure: dalla 185/50 R16 alla 225/60 R16.

5. Pneumatico estivo Pirelli Cinturato P7

Eccoci quindi giunti al pneumatico estivo Pirelli Cinturato P7. Siamo dunque dinanzi ad una gomma progettata per resistere senza deformarsi ad asfalti roventi e alte temperature. Il battistrada è asimmetrico con canali circonferenziali che garantiscono una protezione dall’aquaplaning ed è ideato per limitare il fenomeno dell’usura irregolare nonché donare il massimo comfort di guida.

6. Pneumatici M+S Michelin CrossClimate

Proseguendo nel nostro elenco passiamo adesso agli pneumatici M+S Michelin CrossClimate. Siamo dunque di fronte a pneumatici 4 stagioni con battistrada a V che offre una durata eccellente sia nel periodo estivo che in quello invernale. Le lamelle 3D a tutta profondità offrono motricità durevole sulla neve mentre le lamelle autobloccanti garantiscono un’efficace aderenza sull’asciutto. Sono disponibili in tantissime misure: dalla 175/65 R15 alla 245/45 R18.

7. Pneumatici Bridgestone Turanza T 005

Continuiamo il nostro viaggio alla ricerca dei migliori pneumatici per automobile con gli pneumatici Bridgestone Turanza T 005. Si tratta di gomme estive progettate per temperature superiori ai 7°. Le ampie scanalature presenti sul battistrada facilitano il deflusso dell'acqua mentre i fori al centro assicurano lo scarico dell'acqua nella parte del pneumatico a contatto con la strada. Grazie ai giunti tra i tasselli delle spalle risulta maggiormente resistente alla deformazione assicurando al contempo un contatto uniforme con l’asfalto durante la frenata. Sono disponibili in tantissime misure: dalla 185/55 R15 alla 275/40 R19.

8. Pneumatici da neve Pirelli W 210 Snowcontrol 3

Avviandoci verso la conclusione della lista dei migliori pneumatici in commercio è giunto il momento di parlare degli pneumatici da neve Pirelli W 210 Snowcontrol 3. Stiamo parlando quindi di uno pneumatico invernale per automobili city e compatte ideale per le basse temperature. Il disegno del battistrada contribuisce ad aumentare la trazione su neve mentre la mescola migliora il bilanciamento tra le prestazioni su bagnato e su neve.

9. Pneumatici Hankook Ventus Prime3 K125

Seguitiamo passando ora in rassegna le gomme estive Hankook Ventus Prime3 K125. Si tratta di uno pneumatico in mescola di silicio ad alta aderenza che garantisce una buona trazione su asciutto e bagnato nonché minore resistenza al rotolamento. Grazie al rinforzo della cintura con copertura completa senza giunture la resistenza del battistrada è molto elevata così come la manovrabilità in caso di asfalto bagnato. Disponibile in tanti diversi modelli dalle differenti misure.

10. Pneumatici 4 stagioni CST Medallion ACP1

Chiudiamo questo nostro elenco con gli pneumatici 4 stagioni CST Medallion ACP1 che si adattano a qualsiasi tipo di condizione climatica. Si tratta di un prodotto low cost che presenta un battistrada con scanalature a V caratterizzato da tasselli 3D con intaglio esterno che si incastrano alla perfezione con le lamelle in modo da migliorare l'accelerazione, la frenata e la manovrabilità anche su asfalto innevato e ghiacciato. La mescola arricchita con silice offre una ottimale aderenza all’asfalto in qualsiasi condizione stradale. Disponibili in tante misure differenti.

Come scegliere i migliori pneumatici

Dopo aver analizzato approfonditamente i migliori modelli sul mercato, è giunto il tempo di passare alla guida all’acquisto vera e propria. Ed è proprio per aiutarti nella scelta del prodotto che maggiormente si adatta alle tue esigenze che di seguito ti forniremo tutte le informazioni necessarie su come scegliere i migliori pneumatici in termini di prestazioni e rapporto qualità/prezzo. Analizzeremo dunque uno per uno i vari fattori principali come stagionalità, tipologie, caratteristiche strutturali (materiali, struttura, marcatura) e funzioni (aderenza, efficienza, rumorosità), per darti gli strumenti necessari affinché possa scegliere con oculatezza il modello che meglio si confà alla tua auto.

Stagionalità

Il primo aspetto di cui dovremo tenere conto al momento della scelta è certamente la stagionalità degli pneumatici. In commercio infatti, relativamente a questo fattore, esistono tre tipi di gomme tra cui possiamo scegliere a seconda di quali siano le nostre esigenze e soprattutto in base a quando e dove utilizzeremo la nostra auto. Sul mercato troveremo infatti pneumatici estivi, pneumatici invernali e pneumatici 4 stagioni che, come vedremo, differiscono tra loro per numerosi aspetti:

  • Pneumatici estivi: si tratta di modelli caratterizzati da un battistrada dotato di particolari tasselli e scanalature che aumentano l’aderenza della gomma sul bagnato nonché da una mescola dura che garantisce prestazioni più efficienti anche ad alte temperature e su un asfalto rovente.
  • Pneumatici invernali: si tratta di modelli dotati di un battistrada ricco di lamelle nonché una mescola più elastica e resistente anche a basse temperature che assicurano una maggiore aderenza della gomma su neve e ghiaccio. Vi sono poi i modelli 3PMSF, contrassegnati dal simbolo con una montagna a tre punte con un fiocco di neve, che hanno superato una serie di test e rappresentano il top di gamma di questa tipologia in termini di performance e sicurezza.
  • Pneumatici 4 stagioni: si tratta di modelli con un battistrada più profondo rispetto alle altre due tipologie e nel quale convergono le principali caratteristiche delle gomme estive e invernali. Offrono delle buone prestazioni in entrambe le circostanze e possono essere tenuti per tutto l’anno, ma non sono adatti in caso di situazioni estreme, cioè di temperature troppo elevate o troppo basse.

Tipologia

Dopo aver scelto quale tipo di gomma ci occorre, è giunto il momento di scegliere quale tipologia di pneumatici è più adatto ai nostri bisogni e a quelli della nostra auto. È infatti possibile trovare pneumatici con camera d’aria interna che racchiude l'aria compressa ed è coperta da gomma e tele di fibra o da metallo; pneumatici senza camera d’aria (detti pneumatici tubeless) dove è la stessa copertura in gomma e tele di fibra o in metallo a fungere da camera d’aria; pneumatici pieni che non sono gonfiati ad aria bensì riempiti di plastica o comunque con una struttura piena; pneumatici autoportanti che non sono altro che pneumatici pieni provvisti di particolari fori che gli conferiscono una maggiore flessibilità.

Struttura

Aspetto di certo non secondario è quello relativo alla struttura degli pneumatici. In particolar modo alla carcassa dello pneumatico che può essere radiale o convenzionale. Gli pneumatici radiali (contrassegnati dalle sigle R e ZR) hanno l’armatura applicata in senso trasversale rispetto alla direzione di marcia, questo diminuisce gli attriti interni e fa sì che le deformazioni da rotolamento vengano ripartite in modo più omogeneo. Gli pneumatici convenzionali (contrassegnati dalla sigla D), detti anche “tessili”, invece sono realizzati sovrapponendo strati di tela incrociati diagonalmente rendendoli più resistenti all’usura e agli urti laterali, ma meno idonei alle alte velocità. C’è poi una categoria intermedia, ossia gli pneumatici cinturati (contrassegnati dalla sigla B) nei quali le tele vengono poste sotto il battistrada leggermente inclinate rispetto alla direzione di rotazione offrendo così una maggiore rigidezza. Per questo in ambito automobilistico vengono ormai impiegati quasi esclusivamente pneumatici radiali, mentre quelli cinturati e convenzionali trovano di contro grande applicazione per i mezzi da lavoro agricolo, forestale e da cantiere.

Marcatura

Altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione quando andremo a scegliere gli pneumatici più adatti alla nostra automobile è di certo la marcatura degli pneumatici, ossia una serie di cifre e codici riportate sulla spalla dello pneumatico che ci forniscono tutte le più importanti informazioni relative allo stesso. Oltre al nome della gomma e quello del produttore, la marcatura ci permette di conoscere la larghezza del battistrada, l’altezza del fianco, il tipo di struttura, il diametro, l’indice di carico e quello di velocità. Nel libretto di circolazione della tua automobile troverai tutti i codici dei modelli di pneumatici che possono essere montati su di essa, ma per non incorrere in alcun tipo di errore è necessario sapere come leggere la marcatura delle gomme e i singoli numeri che la compongono. Ecco come si legge una marcatura:

  • Il primo numero della marcatura indica la larghezza del battistrada espressa in millimetri (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi un battistrada largo 225 mm).
  • Il secondo numero della marcatura indica indica il rapporto percentuale fra l’altezza del fianco e la larghezza del battistrada (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi un fianco alto il 55% della larghezza del battistrada). Un fianco più basso aumenta la precisione al volante, ma riduce il comfort di guida.
  • La lettera posta dopo le prime due cifre indica la struttura dello pneumatico (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi una struttura radiale). Quasi tutte le gomme per auto attualmente in commercio hanno struttura radiale e riporteranno dunque la sigla R.
  • Il numero che segue la lettera indica il diametro della gomma espresso in pollici (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi una diametro di 17 pollici).
  • Il numero che precede la lettera finale indica l’indice di carico dello pneumatico, cioè il massimo peso che la copertura può sopportare (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi un indice di carico di 97 che corrisponde a 730 kg). Per la conversione dell’indice in chilogrammi si fa riferimento ad una tabella pre-impostata nella quale ad ogni codice corrisponde un peso espresso in kg.
  • La lettera conclusiva della marcatura indica l’indice di velocità dello pneumatico, ossia la velocità massima che la gomma può reggere (uno pneumatico 225/55 R17 97W avrà quindi un indice di velocità W che corrisponde a 270 km/h). Per la conversione dell’indice di velocità in chilometri orari si utilizzano le lettere dell’alfabeto partendo da A (che corrisponde alla velocità più bassa) fino a Y ( che corrisponde invece a quella più alta).

Aderenza sul bagnato

Altro aspetto da non sottovalutare al momento della scelta dei migliori pneumatici per la propria auto è certamente il grado di aderenza sul bagnato delle gomme. Gli pneumatici, infatti, devono garantire una tenuta di strada perfetta in qualsiasi circostanza, in modo da evitare pericolosi incidenti. Dunque, oltre alle prestazioni sull’asfalto asciutto, vanno tenute in considerazione anche quelle su eventuale asfalto bagnato per evitare fenomeni come l’aquaplaning. A tal proposito controllate bene la classe di aderenza degli pneumatici che state per acquistare: ogni pneumatico che troverete in vendita, difatti, è stato sottoposto a dei test specifici è ha ricevuto una lettera di classificazione dalla A alla E in ordine decrescente di prestazioni (si consiglia di non scendere mai sotto la classe di aderenza C).

Rumorosità da rotolamento

Un altro elemento da prendere in considerazione quando andremo ad acquistare i nostri nuovi pneumatici è la rumorosità da rotolamento, ossia il rumore che essi producono durante la guida e che, se troppo elevato, può disturbare conducente e passeggeri durante il viaggio. A tal proposito è bene dare un’occhiata all’etichetta dove è riportata la misura in decibel delle emissioni di rumorosità esterna e la classe di rumorosità delle gomme (1 onda nera: silenziose; 2 onde nere: moderate; 3 onde nere: rumorose).

Efficienza dei consumi

Ultimo ma non per questo trascurabile aspetto da prendere in considerazione al momento della scelta del miglior pneumatico è l’efficienza dei consumi della gomma sia in termini di usura che di carburante. Col passare del tempo, infatti, l’utilizzo dell’automobile determina un assottigliamento del battistrada del pneumatico, che per limiti di legge non può andare al di sotto di 1,6 mm. Per tanto è bene sapere che le gomme estive e quelle invernali si usurano più lentamente rispetto agli pneumatici 4 stagioni.

Per quanto riguarda invece l’efficienza dei consumi di carburante è fondamentale essere a conoscenza del fatto che gli pneumatici sono responsabili fino al 20% del consumo di carburante e in parte anche delle emissioni di CO2 della nostra auto. Per questo motivo è importante controllare la classificazione del risparmio di carburante che troveremo sull’etichetta dello pneumatico e che vede una scala con codice cromatico che va da A (classificazione più alta del risparmio di carburante contrassegnata con il colore verde) fino a G (classificazione più bassa del risparmio di carburante contrassegnata con il colore rosso).

I contenuti Quale Compro sono redatti da un team di esperti, esterni alla redazione Fanpage.it, che analizza, seleziona e descrive i migliori sconti, prodotti e servizi online in maniera affidabile ed indipendente. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.
Per eventuali informazioni o segnalazioni scrivere a qualecompro@ciaopeople.com
LA TUA GUIDA PER LO SHOPPING
eDays Week di eBay: fino al 65% di sconto su attrezzatura, accessori e abbigliamento per lo sport
eDays Week di eBay: fino al 65% di sconto su attrezzatura, accessori e abbigliamento per lo sport
I migliori prodotti per capelli del 2022: i più adatti per tutti i tipi di capelli e come sceglierli
I migliori prodotti per capelli del 2022: i più adatti per tutti i tipi di capelli e come sceglierli
eDays Week: fino al 50% di sconto più coupon su tutti i dispositivi tech su eBay
eDays Week: fino al 50% di sconto più coupon su tutti i dispositivi tech su eBay
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni