Il portiere ricopre un ruolo fondamentale nel gioco del calcio, e come ha dichiarato Gigi Buffon quello del numero uno è ‘un mestiere per uomini forti‘. Ad aiutare il bianconero, e tutti coloro che scendono in campo e si piazzano tra i pali di una porta, c'è un ‘accessorio' importante: i guanti. Indispensabili per proteggere le dita e i palmi delle mani dal contatto con un pallone calciato con forza, i guanti da portiere devono garantire una buona libertà di movimento e vanno scelti tenendo in considerazione alcuni dettagli basilari come i materiali con cui sono stati realizzati, la loro capacità di resistenza e il ‘grip' del palmo. In commercio ne esistono principalmente di due tipi: quelli artigianali e i modelli professionali.

I migliori guanti da portiere

Trovare il paio di guanti più adatti non dovrebbe essere un problema, perché online sono disponibili modelli per tutti i gusti e per tutte le tasche. In questa guida all'acquisto vediamo dunque quali sono quelli preferiti dagli italiani, e le caratteristiche che devono avere per soddisfare le esigenze di ogni portiere.

Sportout

Il primo modello che vogliamo presentarvi è quello della Sportout. Realizzati in materiali compositi di di EVA (Etilene Vinil Acetato) e lattice di alta qualità, questi guanti hanno un palmo imbottito, antiscivolo e resistente all'usura e un sistema di stecche interne ‘salvadito' che aiutano a prevenire eventuali lesioni. Il doppio cinturino di sicurezza e il suo velcro assicurano infine un ulteriore protezione per il polso e una vestibilità aderente.

Pro: buona protezione e ideali anche per il bagnato.

Contro: qualche problema con le cuciture del polso.

Reusch Fit Control S1

Prodotti dalla nota azienda di abbigliamento sportivo di Bolzano, i Reusch Fit Control S1 hanno palmi più morbidi e offrono prestazioni eccellenti in termini di presa e assorbimento, oltre a un'affidabile resistenza quando usati su erba naturale. Tra i ‘plus' di questo modello anche la cucitura ‘Rollfinger' che assicura una maggior superficie di presa sul pallone.

Pro: affidabili e garantiti dal marchio.

Contro: il guanto è senza stecche.

Renegade GK Talon Cryo

Renegade GK Talon Cryo sono guanti adatti ad ogni portiere (professionista o amatore), ideali per qualsiasi ambiente e fabbricati con materiali resistenti. Hanno una cucitura negativa (ovvero realizzata internamente) che assicura maggior aderenza e una presa più realistica del pallone, uno speciale sistema di ventilazione, una particolare protezione rimovibile delle dita e un lattice tedesco di fascia alta in ‘memory foam'.

Pro: molto comodi, buona resistenza alle abrasioni.

Contro: il materiale del palmo risulta un po' delicato.

Puma One Grip

Il palmo Ultimate Grip in lattice da 4 mm, che permette una presa ottimale anche sotto la pioggia, è uno dei punti di forza dei guanti Puma One Grip. Questo modello offre inoltre una calzata più naturale, massima protezione delle dita e una fascia di chiusura in lattice che assicura i guanti saldamente al polso.

Pro: rapporto qualità prezzo e ottima presa.

Contro: qualche cliente si è lamentato delle cuciture.

Nike Match FA16

Dedicato a ragazzi e bambini che vogliono cimentarsi tra i pali, questo paio di guanti da portiere hanno una presa incredibile e un ottimo assorbimento dell'impatto grazie alla morbida struttura in schiuma di lattice. I Nike Match FA16 sono inoltre provvisti di micro forellini sui lati delle dita per una maggiore areazione durante le partite giocate nei mesi più caldi.

Pro: materiale di ottima fattura, molto leggeri.

Contro: vestibilità un po' piccola.

Blok-it

Ben fatti e comodi, i guanti da portiere Blok-it proteggono e supportano le mani e le dita grazie alla loro imbottitura e alle stecche fisse presenti sulle quattro dita. Hanno una vestibilità aderente, un buon supporto per il polso a sgancio rapido e materiale traspirante che riduce la sudorazione.

Pro: imbottitura e materiale traspirante.

Contro: palmo liscio e scivoloso, mancanza di protezione per il pollice.

Renegade GK Fury

Disponibili su Amazon in diversi colori, i Renegade GK Fury promettono alte prestazioni e massima protezione. Sono realizzati in lattice tedesco, con stecche rimovibili per le dita e una copertura extra per palmo e dorso della mano, che può inoltre usufruire di una piccola cerniera per un comodo ingresso nel guanto. Il polsino in neoprene e il cinturino Duratek danno infine un eccellente supporto al polso.

Pro: ottima vestibilità.

Contro: interni un po' delicati.

Ichnos Vertex

Prodotti e distribuiti dalla azienda inglese Ichnos, e ideali anche per i portieri di calcetto, i guanti Vertex hanno un palmo in lattice da 4mm qualità pro con taglio ibrido, chiusura in neoprene con velcro sul polso, barrette protettive rimovibili su tutte le dita e pollice avvolgente in lattice.

Pro: protezione e grip.

Contro: qualche problema di usura.

Uhlsport Eliminator Supergrip

Del famoso brand tedesco fanno invece parte i guanti Uhlsport Eliminator Supergrip. Hanno un innovativo taglio semi negativo delle cuciture che li rendono molto sensibili al contatto con la palla, massima protezione per le dita, inserti in lattice e fodera realizzata in un tessuto traspirante per una buona ventilazione. Sono guanti dedicati ad un utilizzo ‘pro', con un grip davvero eccezionale.

Pro: materiali e design.

Contro: costo elevato.

Reusch Prisma Prime G3

Gli ultimi guanti da portiere che vi segnaliamo in questa guida all'acquisto è un altro modello della Reusch: i Prisma Prime G3. Realizzati con spugna G3 Ultra Soft offrono presa ottimale in condizioni asciutte e bagnate. Oltre a buone proprietà di ammortizzazione e ad una maggiore durata e resistenza all'abrasione, i Reusch Prisma Prime G3 mantengono le mani sempre fresche grazie al sistema AirVentSystem dotato di inserti in rete sulle dita e sul dorso.

Pro: robusti e realizzati con materiali innovativi.

Contro: prezzo poco concorrenziale.

Come scegliere i migliori guanti da portiere

Dopo aver visto quali sono i dieci modelli maggiormente apprezzati dagli utenti Amazon, ricapitoliamo quali sono i maggiori dettagli che bisogna tenere a mente prima dell'acquisto.

Materiali

Il materiale oggi più diffuso è il lattice, che può essere naturale o sintetico, molto morbido e di spessore da 3 a 4 mm, e garantire miglior presa del pallone e assorbimento degli urti. Il lattice naturale è solitamente più elastico, mentre quello sintetico più leggero e soprattutto più resistente. Tra le diverse tipologie di ‘mescole' utilizzate per il palmo del guanto da alcune grandi aziende, vanno citate quelle con inserti in ‘memory foam', che riducono l’impatto del pallone, quelle con struttura microporosa (ottima qualità nel controllo e nel grip) e quelle composte da particelle di grafite che assicurano una durata maggiore. La ricerca della mescola di lattice perfetta è infine fondamentale per la produzione di guanti specifici per le varie tipologie di terreno di gioco e per le diverse condizioni climatiche.

Caratteristiche del palmo

Parte fondamentale del guanto del portiere è il palmo, che deve avere un ottimo grip ed essere scelto tenendo a mente lo spessore del lattice, la morbidezza e il taglio. Lo spessore è solitamente tra i 3 e i 5 mm, con i modelli più sottili che offrono maggior sensibilità e quelli più spessi che sono invece più duraturi. A seconda del grado di morbidezza, i guanti avranno invece maggior presa o maggior resistenza.

Caratteristiche del dorso

Anche la parte del guanto che copre il dorso è importante e deve fornire supporto e traspirazione alla mano. Nel primo caso la protezione è data dalla presenza o meno di stecche per le dita, nel secondo è invece il materiale con cui è stato realizzato ad assicurare maggiore o minore ingresso dell'aria nel guanto.

Protezione della dita

Tra i modelli più ricercati dai portieri, vi sono anche quelli in grado di proteggere al massimo le dita. Disponibili su Amazon ci sono guanti con stecche su tutte le dita per una protezione totale, guanti senza la stecca sul pollice e guanti con stecche estraibili: quest'ultimo un buon compromesso per chi vuole le stecche solo su alcune dita.

Chiusura

Un'altra peculiarità dei guanti da portiere è la loro capacità di fissarsi al polso in maniera stabile. Uno dei ‘plus' è proprio la qualità della chiusura del polsino che deve essere perfetta e allo stesso tempo garantire elasticità. A garantire tutto questo è solitamente la classica chiusura a strappo con il velcro.

Taglio

Il taglio può essere ‘Flat' (con cuciture esterne), ‘Negative' (cuciture interne) o ‘Rollfinger' (con lattice intorno alle dita). Il modello ‘Flat' dà ampia superficie di contatto con la palla e ottima libertà di movimento delle dita, quello con cuciture interne un'ottima sensibilità sul pallone e il ‘Rollfinger' un grip perfetto in ogni situazione di gioco. In commercio esistono inoltre modelli ibridi costruiti con un mix di tagli diversi.

Campo da gioco

Così come per le scarpe con o senza tacchetti, il terreno sul quale dovrete giocare va ad incidere anche sulla scelta del portiere. Il numero uno deve infatti scegliere i guanti appropriati a seconda del campo. In caso di partita su terreno molto secco o su particolari tipi di erba sintetica, vanno preferite mescole più dure e compatte e in grado di resistere all'abrasione.

Misura

Rispetto alla mano, il guanto da portiere deve essere leggermente più grande lasciando liberi un paio di centimetri oltre la punta del polpastrello. Non deve essere né troppo grande né troppo piccolo e deve assicurare una buona vestibilità e soprattutto una perfetta aderenza. Per scegliere la taglia giusta bisogna innanzitutto prendere la misura della propria mano, e poi successivamente valutare le varie misure in commercio che vanno dalla 3 alla 8 per i bambini e dalla 6 alla 11 per gli adulti.

Prezzo

Il costo di un paio di guanti da portiere varia a seconda dei sopracitati fattori elencati. In vendita trovate modelli molto economici (a partire da meno di 10 euro) e diversi tipi di guanti adatti a giocatori semiprofessionisti o professionisti che, ovviamente, hanno un costo molto più elevato e possono arrivare a superare abbondantemente i 100 euro.

Marca

Anche in questo caso l'offerta online è molto ampia. Su Amazon trovate infatti dalle marche meno conosciute a quelle più famose, con caratteristiche e prezzi decisamente diversi tra loro.

Come utilizzare i guanti da portiere

Per utilizzare al meglio i guanti, un portiere deve dunque sempre considerare tutti gli aspetti precedentemente citati: i materiali con cui sono stati realizzati, le caratteristiche di ogni modello, la tipologia di utilizzo (su quale campo vanno usati) e tutti quegli accorgimenti per indossarli nel modo migliore. Di fondamentale importanza è infine la cura e la pulizia dei guanti, che prima di ogni utilizzo vanno bagnati e ammorbiditi. Dopo l'allenamento o la partita vanno invece puliti il prima possibile con acqua calda, per evitare che lo sporco si secchi sul palmo dei guanti, asciugati inizialmente con un panno in microfibra e successivamente all'aria aperta evitando fonti di calore e contatto diretto con il sole. Una volta asciutti vanno riposti possibilmente in una borsa porta guanti.