190 CONDIVISIONI
Olimpiadi Tokyo 2020
1 Agosto 2021
6:16

Italia medaglia di bronzo nella 4X100 mista di nuoto con Ceccon, Martinenghi, Burdisso e Miressi

L’Italia conquista la 25a medaglia alle Olimpiadi di nuoto, grazie a Ceccon, Martinenghi, Burdisso e Miressi che hanno trovato il quarto posto nella 4X100 mista. Si tratta del primo podio nella storia dei Giochi in questa specialità per gli azzurri, che dunque impreziosiscono il bottino della squadra azzurra di nuoto.
A cura di Marco Beltrami
190 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Un'altra medaglia per l'Italia arriva nella notte italiana dal nuoto. La 4X100 mista maschile azzurra ha trovato il bronzo, salendo sul podio olimpico per la prima volta in questa disciplina alle Olimpiadi. Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi hanno dunque regalato al team italiano la 25a medaglia, la sesta complessiva del nuoto, piazzandosi alle spalle di Stati Uniti e Gran Bretagna.

L'Italia del nuoto dunque porta a casa un'altra medaglia in quel di nuoto, eguagliando il record di Sydney dove i nostri portacolori chiusero con 6 medaglie (anche se 3 di queste erano di oro). Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi hanno ottenuto il bronzo, il quarto complessivo in piscina, nella 4×100 mista. Una prova di grande spessore per gli azzurri che sono partiti bene con il secondo posto nei rispettivi parziali di Ceccon e Martineghi, rispettivamente a dorso e rana, blindando poi il terzo gradino del podo con Burdisso e Miressi, a farfalla e stile libero.

Nella storia degli azzurri alle Olimpiade prima di oggi erano stati due le medaglie conquistate dalle staffette, un bronzo nella 4X200 ad Atene e un argento nella 4X100 stile libero qui a Tokyo dove c'era anche Miressi. Il quartetto italiano oggi ha dovuto fare i conti con due concorrenti di valore assoluto come gli Usa di Dressel e la Gran Bretagna che ha fatto registrare il record europeo. Per Thomas Ceccon, Nicolò Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi la soddisfazione di aver messo alle proprie spalle anche la Russia. Un risultato che cancella la delusione per il quarto posto di Paltrinieri nei 1500. Il nuotatore azzurro ha pagato la condizione fisica tutt'altro che perfetta legata ai postumi della mononucleosi.

190 CONDIVISIONI
466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni