L'inizio del Mondiale di Formula 1 si avvicina, anche se è ancora lontano (il via è previsto per la fine di marzo in Bahrain), ma tutte le scuderie e tutti i piloti si stanno già preparando per il Campionato 2021. La Ferrari vuole voltare pagina dopo un 2020 disastroso (appena tre podi e sesto posto nel Mondiale Costruttori) e già la prossima settimana farà scendere in pista i suoi piloti. Ma al volante della SF71H 2018 non ci saranno solo Charles Leclerc e Carlos Sainz, che farà il suo esordio con la Rossa di Maranello. In pista pure Mick Schumacher.

7 piloti in pista a Fiorano

A Fiorano dunque sarà una settimana pregna per la Ferrari e per i suoi piloti. Perché al volante se ne alterneranno ben sette, tutti guideranno la SF71H 2018, quella che era è stata utilizzata da Leclerc e Vettel lo scorso giugno quando i due piloti hanno ripreso confidenza con la vettura dopo la lunga pausa per il lockdown. La prossima settimana gli occhi saranno puntati tutti su Carlos Sainz, il terzo spagnolo di sempre della Rossa di Maranello, che avrà modo di scendere in pista per due giorni: mercoledì 27 e giovedì 28 gennaio. Sainz ha già avuto modo di conoscere l'ambiente Ferrari e non vede l'ora di scendere in pista.

C'è anche Giuliano Alesi

Lunedì apriranno le danze tre piloti della Driver Academy: Giuliano Alesi, che emulerà il papà che trent'anni fa (nel 1991) esordì con la Ferrari, poi toccherà a Marcus Armstrong, secondo neozelandese a guidare la Rossa dopo Chris Amon, infine scenderà in pista il russo Robert Schwartzman. Mentre martedì 26 scenderà in pista Charles Leclerc, che non è più positivo al Covid e che non guida dal Gp di Abu Dhabi. Infine venerdì toccherà alla coppia Mick Schumacher e Callum Illott. Il figlio di Michael che esordirà in Formula 1 con la Haas avrà due giorni di test, mentre l'ultima sessione sarà per l'inglese, collaudatore della Ferrari.