Il GP del Brasile di Formula 1 è a rischio. Un giudice brasiliano ha infatti annullato in via preliminare il contratto firmato tra la città di San Paolo e la holding Brazil Motorsport per la promozione del GP San Paolo che da quest'anno fino al 2025 si è assicurato un posto nel calendario del Mondiale di Formula 1 tramite un accordo firmato dall'ex CEO di Liberty Media Chase Carey lo scorso dicembre. La decisione è il risultato di una contestazione legale riguardante l'utilizzo di fondi pubblici per garantire la gara e il livello di trasparenza che circonda l'accordo.

Rispetto a quanto accadeva in precedenza con il GP del Brasile (per il quale il sostegno pubblico riguardava solo il pagamento dei lavori di ristrutturazione del circuito di Interlagos), con il cambio di promotori (l'organizzazione è ora affidata alla Brazil Motorsport guidata dall'ex atleta olimpico di vela Alan Adler e sostenuta dal governo di Abu Dhabi attraverso il suo braccio di investimento di Mubadala) e in virtù della nuova denominazione del gran premio (che dal 2021 al 2025 sarà quella di GP di San Paolo) il sostegno finanziario del comune di San Paolo è lievitato sensibilmente con la città che  dovrà sborsare 3 milioni di euro all'anno per un totale di 15 milioni di euro nel quinquennio.

Nel momento in cui i dettagli economici dell'accordo sono divenuti di dominio pubblico il contratto è stato contestato da una petizione pubblica sostenuta dal consigliere comunale di San Paolo Rubens Nunes che ha presentato un'ingiunzione presso il tribunale di San Paolo perché non è stata indetta alcuna gara d’appalto per siglare il contratto e per la mancata trasparenza del Comuna che ha secretato i documenti che riguardano il GP. In virtù di ciò il giudice Emilio Migliano Neto, della settima sezione di finanza pubblica del Tribunale di Giustizia dello Stato di San Paolo ha sospeso in via provvisoria il contratto firmato dal Comune per ospitare il GP di Formula 1 in Brasile offrendo alle autorità di San Paolo cinque giorni di tempo per presentare i documenti secretati e convincere il giudice del fatto che siano stati rispettati tutte le norme per l'affidamento dell'incarico alla Brazil Motorsport e anche che il Comune dispone effettivamente delle risorse per coprire tali spese nell'accordo firmato .